Archivi del mese: ottobre 2010

Carnevalesca autoptica

Piegatemi il cuore fatene un ventaglio oppure fatene coriandoli da spargere lontano dai festini sanguigne interruzioni allora dico cuore cuore cuore cuore cuore cuore alla nausea a vomitare aneurismi e cauteri mi avrete impacchettata a strisce a pois a pied-de-poule … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Lascia un commento

Non c’è riposo all’ombra della ceiba

L’insetto sibilava alla finestra schiusi per non aver rimorsi d’innocenza se mi guadava fiume da fianco a fianco non balbettava che il respiro il guizzo d’un ramarro nella chioma dell’albero un bacio nell’odierno getsemani il volo si fa tondo anche … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Tao

Passi che mi cammino dentro sommarie indicazioni sullo stato reggono gambe a partiture scomode nessun itinerario parlai di un sole nero luce da bassifondi cosmici somigliare ai cappelli delle monache ai bargigli d’un gallo al fingimento delle cocciniglie se non … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dalla riva

Aveva occhi di mare muraglie d’acqua e scogli l’abisso dei perduti smessi di se di ma di non di forse e quando esperti a fiocinare la sua barca nottate perse ai t(r)asti. Una sventata coda di sirena eccola giunta palpitante … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 7 commenti

Di corollari e postulati

  Per dare i numeri bisogna usare lettere saper dedurre calcolare tempi e relativi stacchi sulla lavagna a vetri scriverne i risultati Bisogna saper chiudere le porte sopra numeri interi sottrarre ed assommare per la festa allestita in altro posto … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, riproposte, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 12 commenti

A pensare d’inverno

Assorta come sono a decifrare indizi dal sapore d’orzo il blu del fumo attorcigliato al viso ti sparpaglio parole che non senti e tu non timbri quadrati o quarti d’ora a caso passati su tamponi senza inchiostro. Dici che ti … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

INTRINSECA

E voi che se avessi braccia di paradiso accoglierei per sempre e non soltanto un giorno o un’ora rattoppata a metà voi che sostate conosco la tua sete, amico la tua fame d’amore, amica e il germinare delle croci che … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

È il presente a produrre il passato?

Mi chiedo se la memoria esiste se le mie braccia amarono cullarono detersero imboccarono plasmarono o quant’arono credo ricordare come se fosse stato forse non sono mai vissuta che non fui me nei piedi uniti in attesa di balzo o … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

L’ultima tentazione

Appressati allo specchio disse e guarda la natura del mondo ed io vidi le tenebre infittirsi il manto delle cose farsi soglia brulicare di voci, le mie ossa sparire nella polvere e me stessa… fui lampo e tuono e mille … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 1 commento

Etichetta

Naso schiacciato al vetro fuori piove quanta ce n’è, per me, d’assoluzione a colpe omesse? Con la coda dell’occhio mi sorpasso chiedendo chiarimenti se (i bagliori diffusi nei gomiti nei polsi nelle ginocchia e intorno pari al centro) la data … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Noi ciambelle nonsferiche

Il Geometra affabula perimetri dove i solidi formano giunture che sia cristallo o fiocco l’apparenza leonardesca memoria del mazzocchio stringe piani di logica costringe restringe l’infinito nel circolo dei segni. Ecco di noi la consistenza buchi con intorno la vita … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Bus

Vorrei mettermi dentro una valigia rossa perché rossa non so ma in fondo anche una sacca ecrù prego non sballottare troppo assente la maniglia di questa dimensione plateale arte a scomparti si arriva alla corriera qualcuno ha i lucciconi ma … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Chissene…

Lo avverto è scroscio spazza le case delle mie certezze mi smemora e mi scaglia in odore di santa languidezza non vidimata ancora dalle offese che morsero i miei giorni. ora che sono bianca ed il mio nome è quasi … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Di-versi disuguali

se la ragione mi sorprende nuda come se avessi un cuore di ninfea attecchito nell’acqua o foglia di smeriglio a galleggiare nello specchio di un nome eccomi spoglia delle mie radici che mi ritrovo a ridere di stelo un respiro … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

DORMIRE O NON DORMIRE

dormo di conseguenza – mai che sia notte per significare assenza – quasi scendendo dai grigiori sporgersi appena un tanto dalle proprie certezze disarmate non disarmanti caparbiamente in assetto di sonno la stanchezza mi osserva coi suoi occhi di belva … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Risalita

e qui si fa la storia minima senza riguardi al singolare adattano le branchie gli storioni a risalire tutte le amnesie l’onda che sale affanno di tempesta. chiudere un boccaporto serve poco ha campane e sonagli la scogliera il mare … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

A saper aspettare

Si accorreva da contrade di tufi case costruite di voci una cintura appesa al chiodo come a segnare ore sul muro e i corvi han fatto il nido nella metà della mia testa chiuso le porte su segrete stanze contate … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Le dita spoglie

Osservo una sagoma non ci sono contorni -dove comincia mai dove finisce?- bisognerebbe avere spago e spillo -a puntarlo nel centro- tracciarle l’infinito intorno e non svegliarla tacerle -ma a chi?- in questa casa dove non esiste che un fagotto … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Continuum

scaverò sotto i miei piedi mi giungerò alle spalle con una spinta cadrò dalle mie braccia e affonderò nei passi. tu mi farai domande inutili se qui se poi se quando io ti risponderò di striscio sillabando minuzzoli di vita … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cruda bellezza è la vita

Le cose che raccontano i poeti da morirci di tutto il turbinare dei sensi o il divino dentro che l’avverti nel parlarti da solo eppure solo un trasalimento mi rende suono d’universo urlo di spine l’upupa assorta sotto lo steccato … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento