Archivi del mese: dicembre 2010

Parola mia

Sulla cima del foglio non vuole farsi scrivere mi sfugge e si divincola sberleffa lungo il margine quasi quasi le tendo un’imboscata la fisso tra parentesi le abbuono il senso ed il significato così rinchiusa sola nell’inciso inizio (……………………) fine … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Io, strada e viandante

Di congiunzioni astrali forse poco m’importa anche di precessione equinoziale penso di me che sono capovolta scrivo di cose ma non so che cosa se tutto quel che vivo è bene o male a dirla franca non so niente di … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 9 commenti

Ripiego

Giorni di taffetas riposti negli armadi con le tarme di tutti i miei peccati oggi vesti in disarmo mangio frittelle che mi fanno male come di festa stretta A sforbiciare un’isola sul letto da raggiungere a vuoto senza più domandarsi … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

Una parola, anzi due, che me le fanno girare

Scrivetela voi questa parola forsennata che brilla e giganteggia come se fosse pepe nel didietro e tutti spinge all’acquistare bonus per la santa messa nel… malus da strenne o renne il babbione arriva a dirla tutta: anche stavolta che mangino … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 24 commenti

Codice binario

la mente appollaiata nel cervello si ritrova smistata in parallele tra blocchi di convogli e l’ipomea fiorita di turchino abbarbicata ai pali. I trasformisti di parole han tratto pietre e corvi dalle mani scrivono falsi giochi per le giurie di … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Natale si scrive con la F

Oggi pensare è come avere un fromboliere tra una tempia e l’altra i nomi accesi sulla lingua ardere d’intoppi ho punteggiato l’anima e la nebbia di minuscoli scogli che ci vorrebbe un litotritore almeno a sforacchiarli per far posto alle … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Il burqa occidentale

È quando la commessa ti dice a mezza bocca: abbiamo solo taglie piccole. e ti soppesa dalle spalle in giù. O quando in ospedale passa il primario con il suo codazzo sei il numero del letto discutono i tuoi mali … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Vi(n)coli

Mi avvolge un’aria da mezzanotte e un quarto da mordersi con parsimonia il contratto all’origine firmato sulla mela tutte le cose sparse – pergamene fiammiferi bambù tracciarono le strade di chiose contromano furono i pazzi a comandare i savi da … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Per

Per quel che dura brilla brilla brilla anima mia per quel che dura vivi Fosse l’ultimo bacio della luce a bagnarti le labbra fosse l’ultimo soffio sulla pelle a farti donna vivi respira la lentezza abbraccia il poco che ti … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Dissemplice

Tieni reggimi il sogno ora che s’è inselvatichito mi grava nel cervello ma ti avverto non ha nemmeno un guizzo rosa una ninfea di pennellate e Monet è morto cosa ti porgo allora? Un rimasuglio asmatico di fiato buono per … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Spes ultima dea

Mimetizzata per non dare nell’occhio frange di seta un alfabeto bacio la donna dai percorsi inconsueti suoni vermigli al tocco andante largo adagio allegretto con brio in semioscurità si proiettava mentre precipitava l’altra voce come un’inondazione al campobase. E non … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Il ver(s)o amore

Invidio chi conosce dell’amore anche la brevità lo spazio giusto di una prestazione uhm voglio spiegarmi meglio                                         non intendo quella toccata e fuga a pagamento no mi riferisco al grande amore quello che dura almeno trenta giorni eheheh lo … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, Senza categoria | 4 commenti

Come in un portaombrelli

Sono fuori come un ombrello chiuso quando piove uno di quelli soli che nel negozio non entra mai nessuno forse dimenticato e allora è meglio vuol dire che la pioggia è già passata mentre scorrono i titoli di coda d’un … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

essere poeti

Sarò poeta quando avrò scritto il mio silenzio migliore

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Entrate e uscite

Entrate e uscite Si vive intorno all’attimo e le giornate sembrano rifugi per non morire già nelle parole ciascuno il suo minuscolo segreto eternità compressa in poche sillabe perché sempre è comunque un’esistenza breve pure quei segni sopraffanno a volte … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Di passo

Scendono i piedi da soli portano ignari la donna infranta rabberciata alla meglio sassolini non solo nelle scarpe un po’ dovunque. E perché, si chiede quella donna perché non so fermare il giorno né prendere il mattino per il collo … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 7 commenti