Un pugno d’acqua

Scrittura senza ormeggio
nella sostituzione di parole
l’approdo a fine pagina
un complicato districare funi

dove la terra copre firma e autore
la memoria s’annida
il corpo muore assolto da macerie
e su giorni di sabbia
s’abbattono le onde senza fine

il temporale
ha sempre le radici nel sereno
e, chiuso tra le dita
il mare

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un pugno d’acqua

  1. Già solo i versi ” dove la terra copre firma e autore la memoria s’annida…” valgono una poesia intera. La chiusa è ancor più bella e d’impatto.
    Complimenti non ho altre parole.

    Mi piace

  2. cristina bove ha detto:

    grazie, Gianluca.
    ne sono felice.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...