Rimarrai alle cose

Non decideranno mai per noi
le giornate di marzo
di tante primavere e secoli
quando a fronte alta cavalcavi
ogni dolore come se fosse l’ultimo
e mai ti saresti fermato
al primo bicchiere di veleno
e mai
avresti lasciato che il vestito
ti spegnesse la voce

che fossero cancelli dissaldati
o corpi disegnati a ghirigori
i numeri ferivano la mente
ma non potevi farci niente, non
era luce il tuo appressarti all’alba
l’errare nel tuo esilio

ti arrendesti
al tuo crederti tutto in questo tempo
ti feristi da solo a mille vuoti
di giorni d’assi in croce
di piacere negli attimi
piango per te
perché malgrado io t’ami
non posso liberarti dalla notte.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...