Varuel

sedia fantasma

Varuel dice
mentre si gratta il mento
dice che se ti siedi a tavolino
un piccolo calore sulla fronte
e ti racconti in emicicli a nord della memoria
appare in diafanoscopia l’arco del mondo

dice facendo spazi con le mani
Varuel delle tempeste
che se appoggi l’orecchio a uno dei tanti
_____________qui non rivela cosa e chi
puoi sentire il rumore che fa il tempo
passando tra le ossa

Varuel insiste
ché non ammette d’essere inventato
______sposta dal viso un ricciolo spiovente
guarda fisso in un punto
ti sfinirai nei vaniloqui – dice –
abbarbicata a un foglio.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Varuel

  1. frantzisca ha detto:

    Che fantasia Cris, non ha limiti la tua fervida immaginazione…così ci porgi il tuo Varuel in versi, così ben descritto, che mi è parso di vederlo materializzarsi accanto a te, così ha ragione lui non è inventato ma estremamente reale.
    Mi sono soffermata su di lui, solo per constatare, ancora una volta,come partendo dall’immaginario tu “fabbrichi” la scusa per parlare d’altro e descrivere stati d’animo profondamente condivisibili.

    Incantata da tanta maestria.

    frantzisca

    Mi piace

  2. domenicaluise ha detto:

    Questa varietà maschile di Cristina appare d’impatto e parla con Cristina e con noi, è il tuo pensiero poetico (se mi sbaglio dimmelo) ed è la poesia così sottile da captare il rumore che fra il tempo fra le ossa più che una conchiglia il risuonare marino. L’hai chiamato Varuel perché è una variazione di te stessa. Bella poesia, secondo me l’hai più sentita che capita mentre la scrivevi.

    Mi piace

  3. Elis ha detto:

    Frantzisca ha detto tutto e bene!
    Ficciones le avrebbe chiamate Borges queste tue esplorazioni nell’immaginario che può anche diventare possibile!

    :-))

    Mi piace

  4. marzia ha detto:

    Ma è una scena teatrale, Cristina..non è solo vis poetica la tua…
    Gessùùùù

    Mi piace

  5. Anna Maria ha detto:

    Paziente interloquisce,
    presta ascolto Varuel,
    prepara e aspetta mosse
    nella partita a scacchi

    Mi piace

  6. cristina bove ha detto:

    frantzisca
    non so come riesci a entrare nelle mie proiezioni mentali, o meglio, lo so, hanno matrice comune in zone orbitanti oltre i confini di questo nostro vivere apparente.
    sai che sono stata molto esitante a pubblicare questo varuel nato quasi a mia insaputa?
    e tu l’hai visto!!! lo hai perfino toccato! è stato come essere altrove, e tu lo sai.
    grande, grande compagna di percorso!
    grazie.

    mimma
    bellissima questa tua interpretazione, la mia parte maschile che si evidenzia, che vuole esserci a tutti i costi, ché poi, cos’è infine se non l’aspetto forte, quello che risiede in zone insospettate del nostro esistere?
    anche forza che sorregge, quando occorre, magari anche con un’apparizione.
    grazie

    elis
    magari! borges e i suoi personaggi immaginari, forse più reali del sé narrante…eheheh… così reali da fare petizioni e cronache giornalistiche!
    gracias.

    marzia
    la tua eslamazione mi ha fatto sorridere, contenta di essere riuscita a evocare questa scena, che si sia presentata in versi.
    grazie

    anna maria
    la partita a scacchi…
    brivido, ascolto, tento di sospendere il dialogo…
    non avevo pensato a “quello”
    che testa, amica mia!
    e quale mistero a volte è lampante e noi non lo vediamo!…
    grazie.

    Liked by 1 persona

  7. aitan ha detto:

    Ehi, Cristina, ma non è che è nato un altro Amico Immaginario… il tuo primo A.I., a quanto ne so io…

    Mi piace

  8. margherita ealla ha detto:

    ua bella! e altrettanto bella la lettura di Francesca e la “parte maschile” evidenziata da Mimma
    un folletto questo Varuel, a partire dal nome, folletto di poesia nel bosco della scrittura (di Cristina)-

    ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...