Archivi del mese: novembre 2011

Cose di cui spiumarsi

mi scrive addosso con la penna d’ora arrangiamenti a sinfonie d’antico note sui fili come uccelli neri in musica per canne di palude io folaga ri_volo per quanto non si sa che di rimandi a tempi sconosciuti ______________ un rettifilo … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 18 commenti

Qui… ovunque

Un punto fuoco una piena di non so che però fa male mi si rigira al centro che poi cos’è questo centro se non il buio senza pareti e fondo che sarei io persona _________________ così profondo me una parola … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 26 commenti

ero nel mio silenzio abituale

  dopo aver conquistato lustri in libertà di sangue e cartellini cifre da disavanzi avanzi da ricucinare in maniera proponibile ho risparmiato inesorabilmente il fiato di accensioni ho dato fondo agli anni cherubini altre che andavano in carrozza, io no, … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 14 commenti

Sul margine

Come se fossi all’angolo d’un campo audiovisivo versione campionaria virtuale ammiro merce ____ non ne acquisto mai il conto mi risulta desolato ho dato ogni mio bene ho regalato l’anima ai passanti non sto a recriminare né voglio raccontarvi le … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 2 commenti

sdrucciola quasi squamosa poesia

liscata a lutto sincopata ogni forma di memoria scrive la coda bilobata foglia di stupefatta acquisizione acquatica la rete strascica di mute alghe le lacrime dei pesci chi le vede? fa tanto mare agli occhi

Pubblicato in poesie | 3 commenti

Minimi e fuminei

Non hanno consistenza due fluttuanti visi e altro altro altro chiedere ai muri quando mai si farebbero di lato per case di trasparenze :si è vivi solamente in quello spazio: suppletivo proscenio fai-da-te (l'amore ha un suono che non corrisponde) … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Lascia un commento

Rigattieri

Orologi di sfere in dicerie di ruggine numeri color feltro in calce voci di chicchere spaiate giare cucite a fil di ferro di verghiana memoria ci si sposta nel tanfo delle cose la spilla in filigrana del pavone ha perso … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | 2 commenti

Haiku al largo

Era la barca un battito di chiglia piange il mare

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Quasi-Queneau

Frana di fogli a destra del divano come guardare nuvole centocinquanta volte uguali ad occidente scrivo scrivo scrivo ecc………………………………….. anche linee perfette ____________ rette reiette il girasole surrogato d’oro i molti semi centocinquanta volte uguali anzi di più chi li … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti