Un nuovo mondo

.
Un nuovo mondo
pronunciato a respiri
malgrado la diagnosi del poco
spiccioli d’anni
è l’inatteso luogo della mente
dalle cadenze compensate, assorte.
Reca la vita
protratta nel segreto delle voci
anni di terapia inattesa
una bellezza coltivata in seno
nella gabbia
che se ne stava silenzioso
il cuore
vive di un’altra sera.

.


Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie. Contrassegna il permalink.

26 risposte a Un nuovo mondo

  1. ciprea ha detto:

    c’è un respiro di bellezza e pace raggiunta, in questi tuoi versi, che è nelle mie corde, come un anelito, una speranza… bellissima immagine. buona giornata, cara Cristina.

    Mi piace

  2. domenica luise ha detto:

    Sai che impressione mi dà questa poesia, a parte il titolo emblematico che, per me, ne è la chiave? Una corrispondenza con la tua bella elaborazione grafica. È frantumata, accende e sottintende il discorso alternativamente, mostrando un interno sfuggente e un più esterno (che non è esterno) maggiormente chiaro e fiorito. Sono paesaggi dell’anima per versi e computer, accompagnati dalla musica. Hai notato quella specie di ventaglio che viene fuori dall’immagine? Sono i versi da te a noi, ossia sei tu da te a noi. E dice bene Ciprea sopra: è poesia di speranza per parole e colori.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      Come al solito, annoti non soltanto il visibile ma anche l’invisibile.
      L’immagine che sembra sovrastare il fondo, è un rastrello fotografato a distanza ravvicinata. Mi piace che dia l’idea di un ventaglio.
      ti ringrazio commossa di essere riuscita a comunicare il mio sentire a te che lo recepsci in maniera così intensa.
      buona serata

      Mi piace

  3. carmen ha detto:

    La diagnosi del poco… spiccioli d’anni… ma chi lo dice? l’autodiagnosi non è mai attendibile. E se invece di spiccioli fossero (e sono certa!) bigliettoni da mille e mille?
    Lascia che il cuore viva di un’altra sera e un’altra e un’altra e un’altra ancora.
    E lascia che ogni sera si abbandoni a questi profondissimi respiri dell’anima, che è poi la prerogativa principale per cui le sere non saranno spiccioli ma bigliettoni, come dicevo.
    Buona festa della mamma
    bbcar

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      Car, non era un’autodiagnosi; ma loro, i medici, ho imparato bene che si sbagliano alla grande… e mi pare anche di aver capito perché: non tengono conto della vitalità e combattività del paziente, non sanno che una volontà di bellezza e armonia può aggiungere il tempo necessario per viverne.
      grazie ai tuoi bigliettoni, sarò ricchissima, allora!
      buona serata e un bacio

      Mi piace

  4. maria d'ambra ha detto:

    Un mondo che si crea, ri-crea e co-crea, per questo, malgrado tutto, il cuore continua a battere… perché è necessario comprendere di essere artefici prima di riuscire a cambiare qualcosa…
    un bacio

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      eh sì, Maria, magari maldestramente ma qualcosa stiamo già muovendo, non credi?
      su di me faccio continuamente nuove scoperte, che possono anche apparre inquietanti, ma lo specchio restituisce a volte un’immagine metafisica, bella, dice che sono io, anche se non ci credo.
      qualcosa cambierà ancora di più, ne sono certa.
      baci

      Mi piace

  5. rossella ha detto:

    Oddio che bella, che bella Cris!!!!!Quel cuore silenzioso che vive di un’altra sera lo faccio mio. E’ sera anche per me, fuori, nella stanza, nel cuore . Non so cosa aggiungere se non che ogni tua poesia è un tesoro inestimabile che serbo nel cuore con la massima cura. Un valore aggiunto al quale non si può rinuciare. Buona domenica cara, un bacione, e complimenti s i n c e r i s s i m i

    Mi piace

  6. rossella ha detto:

    Porca miseria, ho dimenticato di dirti che l’immagine non è da meno alla poesia, smack

    Mi piace

  7. massimobotturi ha detto:

    è la maturata bellezza delle cose, a farci rinascere ad ogni età

    Mi piace

  8. AnimaTonda ha detto:

    Ti do la risposta alla tua domanda fatta chez moi [ 😉 ]:

    Scolpendo da un nuovo mondo
    la diagnosi di alcuni “spiccioli d’anni”

    assorta ho scoperto quel segreto
    ingabbiato da un senso di colpa estremo

    ma poi nelle sere è tornato a vivere il battito
    che forse non AVEVAMO mai ascoltato.

    Hai silenziosamente composto una meraviglia, Cris…
    Grazie tesoro ♥

    Mi piace

  9. Forse la vita stessa, a modo suo, è terapia, se incrocia armonia, bellezza e amicizia. E rose, per lo stupore e per la cura. Piccolo principe docet:)

    Mi piace

  10. theallamente ha detto:

    già la mervaigliosa immagine iniziale introduce ad un universo plissettato fra luce e spazio-ma-non-buio (eppure oscuro) dove il nostro breve tempo si tuffa nel sempre
    baci

    Mi piace

  11. ioviracconto ha detto:

    …il luogo delle cadenze compensate, assorte.
    Non c’è mai squilibrio fra la finezza dei tuoi concetti e la bellezza delle immagini poetiche.
    Sono straniato dalla poesia e per fortuna ne cerco altrove e qui ne trovo sempre di sublime.

    Mi piace

  12. turquoise66 ha detto:

    Il cuore è la cura. In lui hai trovato un medico infallibile.

    Mi piace

  13. tizianatius ha detto:

    Ho il piede di pietra ma con la poesia si fa breve il passo…un saluto Tiziana

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...