La signora chiede informazioni

ha sospetti di vita
ormai la ceralacca non le chiude la bocca
e perciò dice
all’uomo che la osserva e la confonde
e che
finge d’essere un sogno caduto sul tappeto
un sogno da momentaneo sciogliersi d’arredi
e quando
delle sue inevitabili ricchezze                   perle
per le quali sta già pagando il mare salatissimo
da navigare sottocosta tra cuscini orientali
e chiede dunque
la signora dai trentasei milioni circa di minuti
se non è il caso di specificare adesso       che
c’è lo spazio per dirle un qualche cosa
neanche ad alta voce
basterebbe soltanto un movimento labiale
– potrebbe fingersi sorda per udirlo –

e infine                             prometterebbe
di spazzarlo domani coi trucioli di polvere

.

.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie. Contrassegna il permalink.

23 risposte a La signora chiede informazioni

  1. domenica luise ha detto:

    Benedetta polvere alla quale tutti giungiamo volenti o nolenti, meglio indifferenti. Una volta si chiudevano le lettere con la ceralacca, ma la tua poesia è una lettera aperta, una proclamazione della fragilità umana che non si lascia vincere dai sogni finti.

    Mi piace

  2. tizianatius ha detto:

    Questi versi mi cadono addosso…

    Mi piace

  3. frantzisca ha detto:

    Forse è proprio questo che non desidera, essere spazzato come truciolo, vuole a tutti costi rimanere sogno, caduto così con nonchalance sul tappeto, e non importa che il silenzio costi lacrime, così tante da navigarci dentro, forse è l’unico modo per il sogno di sentirsi vivo, e non rischiare che la parola pure se solo sillabata a labbra mute spezzi l’incantesimo e lui cessi d’esistere.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      chissà, Francesca…
      se così fosse, se temesse di di cessare d’essere sogno, sarebbe già una sorta di ammissione d’esserci.
      e forse potrebbe anche bastare.
      è il silenzio immobile che decreta la solitudine.
      ciao, tu che capisci anche il labiale…

      Mi piace

  4. giacynta ha detto:

    “un sogno caduto sul tappeto” : la disillione in un verso. Magica, Cris!

    Mi piace

  5. massimobotturi ha detto:

    la tua scrittura “colta” si avvale spesso di tagli moderni,

    …la signora dai trentasei milioni circa di minuti.. geniale!

    così che l’inquietudine ne risulta un po’ ridimensionata

    Mi piace

  6. Anonimo ha detto:

    SEMPRE FANTASTICA! Mi piacciono molto i tuoi collage. Geniali!
    Un caro saluto
    Giovanna G.

    Mi piace

  7. infranotturna ha detto:

    una signora ed un signore che condividono tempo, perle, parole forse senza capirsi mai… trovo questi versi molto evocativi, mi parlano d’altri tempi e d’oggi .
    Baci

    Mi piace

  8. gelsobianco ha detto:

    ti chiedo solo un muoversi delle labbra… mi fingerò sorda pur di udire qualcosa… per alleviare la mia solitudine… per risentire un po’ d’amore.

    questo provo profondamente questa notte, Cri, leggendo la tua poesia.

    versi che hanno magia e non solo…

    grazie.
    gelsobianco

    Mi piace

  9. gelsobianco ha detto:

    musica in tema…

    ecco… mi basterebbe anche solo una nota… tutta per me… questa notte.
    Cri, tu mi comprendi!
    gelsobianco

    Mi piace

  10. cristina bove ha detto:

    ho letto solo adesso, gelsobianco, spero che la tua notte non sia trascorsa totalmente insonne!
    chissà in quanti vorremmo essere sordi pur di leggere quelle sillabe sulle labbra…
    buona giornata

    Mi piace

  11. carmen ha detto:

    Troppo bella, elegante come sempre.
    E ci sarebbero tanti versi da evidenziare (cioè, quasi tutti!!!)
    Ciao
    Car

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...