Senza fissa dimora

è il titolo della mia poesia vincitrice del concorso senza premi

“la notte dei senza dimora”

                              
                             
sarà letta, con il racconto di Fausto Marchetti vincitore della sezione narrativa,

stasera 17 ottobre alle 21.30 in Piazza dell’Immacolata [Roma]

 

______________________________________________________________

semplici storie

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in la notte dei senza dimora, Morgan Palmas, poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Senza fissa dimora

  1. domenica luise ha detto:

    In verità, Cristina, io a te darei un premio senza concorso. Anzi un premio a scadenze settimanali.

    Mi piace

  2. melodiestonate ha detto:

    complimenti Cristina,una bellissima poesia……….

    Mi piace

  3. robertomeister ha detto:

    Le mie congratulazioni Cri…

    Roberto

    Mi piace

  4. carmen ha detto:

    Una poesia di altissimo livello intellettuale psicologico e sociale. Complimenti, Cristina carissima!
    Sai entrare nel profondo dell’animo umano come nessuno, hai la padronanza dell’uso creativo del linguaggio come nessuno, fai diventare lirica qualunque
    realtà di cui scrivi.
    E questa è una poesia molto toccante!
    Un abbraccio
    Carmen

    Mi piace

  5. aitanblog ha detto:

    Mi piace, mi piace e… clap clap!

    Mi piace

  6. Piera ha detto:

    Quanta sensibilità in questo testo dentro il quale vedi con chiarezza da una parte il dolore e la precarietà di un’umanità priva di diritti, dall’altra l’indifferenza dei tanti che continuano la loro vita intrisa di colpevole “distrazione”.
    Terribile l’immagine riflessa nello specchio, e i contrasti che ne derivano…
    Grazie, Cri.
    Piera

    Mi piace

  7. annamaria49 ha detto:

    E’ semplicemente bellissima, altro che lettura! Comunque anche così è sempre una gratificazione, cara Cristina, la tua bravura nel tempo cresce sempre più.
    Un forte abbraccio
    annamaria

    Mi piace

  8. massimobotturi ha detto:

    il premio l’hai dato tu a loro

    Mi piace

  9. infranotturna ha detto:

    tu per la poesia e Fausto per la narrativa!!! che meraviglia, son troppo contenta! benchè il Fausto sia un tantinello scomparso, ultimamente, ma mi sembra di capire che si prepara un grande ritorno
    complimenti vivissimi ad entrambi

    Mi piace

  10. cicabubu ha detto:

    Brava..complimenti..la poesia è davvero bella…^^

    Mi piace

  11. guido mura ha detto:

    Quanta gente col “corpo arrugginito”, a cui nessuno fa luce. Quanti ne vedremo anche quest’inverno per la strada, riparati da una colonna! Una società che ha soldi da buttare e non riesce nemmeno ad alleviare le sofferenze di chi quei soldi non li ha.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      questa società è marcia nel midollo, è narcotizzata dagli incensi e dal dio denaro.
      se per fare una tac di controllo a un poveretto colpito da ictus l’appuntamento è dopo sei mesi, cosa se ne deduce?
      o hai i soldi per fartela fare in privato, oppure nel frattempo crepi.
      la povertà è ammessa, è accettata, è addirittura proposta dal versante religioso come cosa buona e giusta… come diceva Petrolini: è ai poveri che bisogna spillare soldi, ne hanno pochissimi, ma sono in tanti!”

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...