Era bella la nave

cropped-blu-2-by-cribo.jpg

 

costeggiava le terre bianche e nere
i mari allineati alle banchine
moli da poche lire a sbarco
-ma si può- chiesero sui pennoni
gabbiani reduci da poesie distoniche
-dire delle sommosse
stando seduti sulle gomene?-

rispose un pesce quasi
esanime
-sto qua per le fragranze immaginarie
opercoli di seta
circostanze branchiali
da trasformare in nuoto libero-

l’albero del veliero
issava braccia
vele a maniche corte
la bonaccia
il timoniere divagava e stelle
benché velate d’ansia
spostarono d’un attimo la sera

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Era bella la nave

  1. domenica luise ha detto:

    Penso che il punto centrale della poesia sia quel “pesce quasi esanime” che sta lì per TRASFORMARE in NUOTO LIBERO quel pezzetto di vita che resta. Un pesce o una sirena o una poetessa. E le terre sono bianche e nere come i tasti di un pianoforte perché noi suoniamo la vita nelle sue gioie e dolori. Così STIAMO, e la nave, cioè il corpo che ci ha accompagnato per questi anni era, anzi è bello, anche se fisicamente eravamo più carine da ragazze.

    Mi piace

  2. cristina bove ha detto:

    perfetto, Mimma
    non aggiungo altro…
    solo un abbraccio

    Mi piace

  3. maria d'ambra ha detto:

    sì si può, parlando con i gabbiani, da fermi, dal moto immaginario, azionare movimenti e addirittura sommosse, basta soltanto riuscire a spostare il tempo dell’attimo sufficiente per un salto quantico…
    Cri c’è da rimanere a lungo a bocca aperta, come il pesce quasi esanime, per queste poesie bellissime… io boccheggio di già…
    baci

    Mi piace

  4. cristina bove ha detto:

    Sì, Maria, forse si può, e forse è proprio in quell’attimo del salto il mistero della vita.
    la sorpresa lo sai, è prima mia…
    Grazie
    baci e buona domenica

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    La tua poesia, al di là di ciò che vuoi esprimere, è un piacevole dondolio sulle onde della musica. Sempre magica Cri!
    Giovanna G.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...