I corpi non s’incontrano al bar

luminescenze - by criBo

Se potesse fermarsi ad aspettare
per riprendere a vivere più tardi
saprebbe collocarsi nel momento
che se ne sta in disparte

un lume associa le fotografie
leviga visi d’ombra
forme di straniamento temporali
_si può vivere d’arte e d’altra vita_
quella che non sarebbe appartenuta
a questi dislivelli orfani al tocco

potrebbe scoppiettare d’arzigogoli
però sempre con garbo culturale
scoprirsi tronco ricoperto d’edera
stormire appena al fiato

 

 

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a I corpi non s’incontrano al bar

  1. Anonimo ha detto:

    I corpi non s’incontrano al bar

    Se potesse fermarsi ad aspettare
    per riprendere a vivere più tardi
    saprebbe collocarsi nel momento
    che se ne sta in disparte

    un lume associa le fotografie
    leviga visi d’ombra
    _si può vivere d’arte e d’altra vita_
    quella che non sarebbe appartenuta
    a questi dislivelli orfani al tocco

    potrebbe scoppiettare d’arzigogoli
    però sempre con garbo culturale
    scoprirsi tronco ricoperto d’edera
    stormire appena al fiato

    Sempre con garbo culturale, sì, stormisci appena… sussurri e gridi! hai un modo “potente” di dire.
    Anche il tuo silenzio, le pause, dicono così forte che “s’atterrisce l’universo” (come ebbe a dire Emily…!)

    E… i corpi non s’incontrano al bar e forse nemmeno da nessun’altra parte, ma si incontrano le anime, s’incontrano spesso le anime!
    Buona giornata
    Car

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      Sì, Car, le anime appartenenti a uno stesso sentiero d’universo s’incontrano…
      Per fortuna! altrimenti si scoppierebbe di solitudine e nessun conforto avremmo a renderci più lieve il viaggio.
      e dal proseguire insieme nascono meraviglie…
      un abbraccio grande
      cri

      Mi piace

  2. domenica luise ha detto:

    In fondo è vero: i corpi possono stare vicini anche giornate intere, al bar oppure altrove, al ballo, allo stadio, a scuola, a pranzo, ma in realtà nemmeno i corpi s’incontrano se non comunicano le anime. Ovunque sia, il corpo non basta, senza fiamma a che serve il lume? E l’incontro è dato dalla fiamma.

    Mi piace

  3. cristina bove ha detto:

    infatti
    “il corpo non basta, senza fiamma a che serve il lume?”

    sintesi perfetta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...