Quasi un teatrino

La prima intinse il dito nel bicchiere
lo passò sulla bocca della bambola che si tinse di rosso.
La seconda disse che il morellino di scansano
non va sprecato in questo modo.
La terza alzò le spalle sbuffando e le mandò a quel paese
aveva bei dentini nel sorriso
di porcellana, occhi di vetro azzurro
ammiccanti in frazioni di secondo__ non se ne accorse mai nessuno.

Di quelle tre non c’era da fidarsi.
Lo sapevano gli orsi, i cani e i gatti
tutta la comitiva di peluche
coccodrilli di plastica, supereroi in mimetica
raccontavano cose che gli umani__cose che, come scrisse il gran poeta
ce ne sono talmente sotto il cielo
da non potersi immaginare.

Ma nemmeno l’indizio plateale
_La fattoria degli animali_
fu mai considerato seriamente.
– Come non se ne accorsero?- domandò la più piccola
– Erano troppo intenti a sopraffare, a rubarsi l’un l’altro di che vivere
soprattutto a distruggere.

Stanno morendo sotto le macerie
e pensano d’avere in tasca il mondo –

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Quasi un teatrino

  1. michelaemme ha detto:

    grazie… puntualissima. ed elegante.

    Mi piace

  2. michelaemme ha detto:

    Reblogged this on LA POESIA RITROVATA.

    Mi piace

  3. lallaerre ha detto:

    stanno morendo sotto le macerie… proprio così Cristina…

    Mi piace

  4. frantzisca ha detto:

    Magari, una volta per tutte!
    Un abbraccio.

    Mi piace

  5. domenica luise ha detto:

    Il peggio è che sotto le macerie trascinano con sè gli innocenti. Invettiva elegante che diventa poesia.

    Mi piace

  6. gelsobianco ha detto:

    Sai far divenire poesia tutto, Cri!
    Con grande classe!

    Ti abbraccio
    gb

    Mi piace

  7. aitanblog ha detto:

    Non so più se siamo noi le macerie o quelli che continuano a produrle…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...