Sembra d’andar per mare (invece si percuotono corde)

occhimare - by criBo

Mettere gli occhiali alla rovescia
le suste nei capelli e vedere lo stesso
similmente un’ancora di nave
impigliata nel cielo, avrebbe qualche sagola
contraria e capovolta

ma noi che ci facciamo in questa scena
d’acqua e di strade tremule
percorse con le mani?

Nel dire contrapposto
si perdono le bussole e i sestanti

mettici quella voce
che tratteneva ancora il corpo vivo
un residuo d’assenso alla giornata
il misfatto di qualche rimanenza
di mille impalcature

possiamo quindi assumerci ogni piena
d’amore infatuato dell’amore
che a pronunciarsi tutto per intero
ben temperato il suono
nel clavicembalo di Bach

.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Sembra d’andar per mare (invece si percuotono corde)

  1. domenica luise ha detto:

    “Possiamo quindi assumere ogni piena d’amore infatuato dell’amore”: in questo sguardo alla rovescia, dall’interno anziché dall’esterno, si distingue subito il tipo di amore…Già: siamo anche “infatuati”, avviene quando l’amore è fuoco fatuo, come le scintille che dicono si accendano nei cimiteri, praticamente un fuoco finto. Sembra e non è, come quando crediamo finalmente di avere raggiunto uno scopo e invece un filo di capello al posto sbagliato nel momento sbagliato fa ricominciare il balletto dell’illusione.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      Amiamo l’amore, Mimma! Amiamo amare ed essere amati… la metafisica dell’amore e la metà fisica dell’amore.
      Insomma ci sentiamo persi quando nessuno ci riconosce e ci ama.
      Ma è tutta un’illusione anche questa.
      La vita è apparenza, la sostanza appartiene al mistero dell’universo…

      Mi piace

  2. massimobotturi ha detto:

    forse si tratta solo della necessità di farsi cullare dalle onde

    Mi piace

  3. aitanblog ha detto:

    (grazie anche per il meditativo Bach)

    Mi piace

  4. lallaerre ha detto:

    Al preludio n. 8 di Bach non resisto, Cristina, ma è amore vero!

    Mi piace

  5. carla ha detto:

    come adoro la musicalità del verso in assonanza…
    danza la lettura con le parole a note aperte

    una buona domenica, Cris!
    c.

    Mi piace

  6. annamaria49 ha detto:

    E’ bellissimo lasciarsi cullare dalla musica al ritmo delle tue eleganti e profonde parole. Grazie, Cristina, per queste emozioni.
    un bacio
    annamaria

    Mi piace

  7. maria d'ambra ha detto:

    Forse è meglio rimanere in questa poesia capovolta, a guardare ogni cosa da una prospettiva diversa, giusto per il gusto di sottrarsi al giogo e al gioco di chi ci ha scaraventati per tempeste e senza appigli… volere a tutti i costi ripristinare l’ordine è cadere nella trappola, ma leggere il giornale al contrario o con gli occhiali alla rovescia è la ribellione della libertà…
    baci

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      belle capriole, cara Maria.
      quando la visuale cambia sembra di non avere più punti di riferimento… eppure è proprio allora che comincia l’avventura dello spirito, il poter scorgere un riflesso di quella libertà che la mente anela.
      Destabilizzante, ma molto interessante, leggere il gornale al rovescio, eh?…. 😉
      baci

      Mi piace

  8. domenica luise ha detto:

    Che bella risposta, Cristina, hai dato al mio commento e quanto vera…che strani esseri siamo. Amiamo, dunque, l’amore, ma quello vero, fisico e spirituale. I nostri limiti, alla fine, cadranno e rimarrà la sola sostanza che vale.

    Mi piace

  9. ioviracconto ha detto:

    Quando posso torno qui, a bearmi della tua poesia, a coglierne le sfumature, luminose e ironiche.
    Ciao.

    Mi piace

  10. carmen ha detto:

    Una poesia a rovescio? una s-poesia? o un’aiseop? sì, se serve per dire ironicamente (ma non poi tanto!) come stanno le cose in fatto di sentiimenti e fuochi fatui, ben venga un’aise_op!!!
    Ciao,
    Car

    Mi piace

  11. cristina bove ha detto:

    e sì, Car, è un rivoltare zolle o frittate…
    ho l’anima che sta cercando di perdonarmi ogni giravolta.
    ma sono io che non so più se vale ancora un’aise_op!…
    un oiccarbba
    cri

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.