Strettamente personale

ruderi  -  by criBo

            

A inargentarmi ho fatto presto, capelli bianchi già a trentacinque anni.
Da dopo la rivincita sul cancro. Erano però belli folti, spessi, ondulati.
Adesso sono fini come piume.
Vivere nel settimo decennio non era previsto, ma sono ancora qui, tra i redivivi, piena da traboccare di pensieri e versi e colori e tutto quello che d’intorno a cerchi si espande verso regioni ignote.
Quelle note sono fatte di figli e amori, di amicizia, di creatività e bellezza. Anche di ansie e amarezza: terrenità del mio-nostro consistere. Noi tutti, accomunati dal desiderio di capire, di esorcizzare, questa cosa che ci dà e ci toglie: l’esistenza.
Propendo per le filosofie orientali, tuttavia non coltivo codici o dottrine; ho esperienze di voli e di ristagni, di pranzi preparati per venti e di cene solitarie, di lutti e allegrie, di dolori miei e dolori di chi amo, che sono altrettanto miei.
Sono stata in un altrove dal quale sono tornata un po’ “strana”, con la tendenza a sconfinare in altri piani dimensionali, scientificamente attendibili, dove lo spirito e la materia confluiscono nella realtà quantica.
Ho letto libri su libri senza una precisa ricerca, solo fame di sapere.
Ho accumulato conoscenze che la mia memoria ballerina rende non citabili, sedimenti che ogni tanto affiorano come conigli dal cappello.
E poi un segreto, che fa bene e male nello stesso tempo, che riempie la vita ma, paradossalmente, fa anche desiderare di perderla: per finire prima che ne svanisca il ricordo.
Antinomia che mi fa viva e morta.
Non so spiegare alla mia mente umana che si divincola, che a volte scalpita, questa intensità di emozioni, non richiesta, temuta, eppure desiderata, amata.
Qualcosa d’inatteso in prossimità del traguardo. Un segnatempo impietoso a una felicità di pochi momenti, con la dovuta attenzione che mai riveli, complice la poesia, che non appartiene alle mani, alle orecchie, alla bocca, agli occhi, a una corporeità scontata. No, è altra cosa.
E può intimorire chi non riesce a percepirsi anche “altro”.
So che di un legame intenso ciò che appare può sembrare un risibile contatto; ma, dal mio vissuto, ho imparato che ogni avvenimento ha un suo senso. Altro.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Strettamente personale

  1. carmen ha detto:

    Ed è quell’altro senso che vorrei capire… ma si svela (solo a volte) dopo…!
    bbbbbbb
    car

    Liked by 1 persona

  2. Sara ha detto:

    posso solo dirti grazie per questo scritto che mi è arrivato all’anima …

    Liked by 1 persona

  3. Francesco ha detto:

    ciao Cristina, letto e riletto. Un bacio, francesco.

    Liked by 1 persona

  4. Blumy ha detto:

    ci sei tutta intera tu e anche qualcosa di noi (me)

    Liked by 1 persona

  5. domenica luise ha detto:

    Sei arrivata a sfiorare con la parola acutezze interiori normalmente inesprimibili. Grande sensibilità.

    Liked by 1 persona

  6. cristina bove ha detto:

    grazie a tutti voi, per esserci.

    Mi piace

  7. gabriellarossitto ha detto:

    Distillato di senso, giù dall’inesprimibile. E direttamente al cuore, fiele e miele insieme. Mi riconosco. La tua prosa è potente come la tua poesia. Grazie

    Liked by 1 persona

  8. cicabubu ha detto:

    Meraviglioso quello che hai scritto…ci hai aperto il tuo cuore..grazie di esserci…^^

    Liked by 1 persona

  9. cristina bove ha detto:

    grazie, Gabriella, grazie Cica
    e ancora grazie a tutti
    cri

    Mi piace

  10. Carla ha detto:

    molto intenso e personale questo tuo scritto Cristina, ammiro il coraggio di chi sa esporsi così, senza timore, verso la luce dell’altro, mi piace, è una questione di fiducia che tu dai senza pretendere nulla, e poi quel ritorno sottolineato alla ciclicità del tempo e delle azioni che per tutti arriva e per ognuno è diverso. altro.

    un sorriso
    c.
    grazie per questo pezzo musicale che trovo prezioso.altro…

    Liked by 1 persona

  11. tramedipensieri ha detto:

    Quel segreto da vivere, sin che é possibile .tutto.
    Un grande abbraccio
    .marta

    Liked by 1 persona

  12. gelsobianco ha detto:

    “E poi un segreto, che fa bene e male nello stesso tempo, che riempie la vita ma, paradossalmente, fa anche desiderare di perderla: per finire prima che ne svanisca il ricordo.”
    Sì.

    Ti abbraccio forte, cara Cri
    Una mia carezza lieve sui quei capelli divenuti “fini come piume”
    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...