Analessicamente

flashback- by criBo

Sto qui sulla terrazza

specificarne dimensioni e fiori

__i maledetti fiori

(il male dei poeti tramontati)__

occorrerebbe un movimento a oltranza

forse un rovescio magrittiano

e  già una fumatina qui ci sta : una pipa che c’è.

nel letto ristagnavo con le bende_

ahi quanto male!

avvolgimenti interattivi e punti

e ricordavo la terrazza in fiore.

Sarebbe interessante

spostarsi nel passato del futuro

anteriormente

sì da poterne comprovare ancora

verande e frangiventi

mi vedo imbacuccata

c’è la neve

il bianco copre tutta la terrazza.

Si sciava sui monti di Laceno

(sui campi che d’estate

dicevano i ragazzi più scaltriti

si coltivasse juana e poppy bianco).

 

Giro di vita a scorie e rimembranze

personaggi escheriani all’infinito

riflessi nello specchio d’ogni me

perennemente in fuga nelle stanze.

S’anima il film a frotte di fantasmi

stroboscopici in attimi allunati

esacerbati dai ripescamenti

e ci si raccomanda

inginocchiati, alla dimenticanza.

                     

.

Forse la completa questa:

https://ancorapoesia.wordpress.com/2011/05/29/ceci-nest-pas-une-femme/

 

.

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Analessicamente

  1. ventisqueras ha detto:

    perché alla dimenticanza? attimo dopo attimo si costruisce il futuro e delle splendide immagini sorte negli occhi il freddo si cancella

    Mi piace

  2. carmen ha detto:

    “il passato del futuro”… e quante altre bellissime espressioni poetiche in questa poesia “preziosissima”!
    buongiorno dal nord, ora soleggiato…
    bbbcar

    Mi piace

  3. domenica luise ha detto:

    Per me che leggo, è uno stato d’animo fluido dove passato, presente e futuro ondeggiano l’uno nell’altro fino a quegli ultimi due versi che sono una noce di buio: ” e ci si raccomanda, inginocchiati, alla dimenticanza”, è il massimo: che una poetessa voglia davvero essere dimenticata. Avere qualcuno che si ricordi di noi e, forse, sparga una lacrima sincera al funerale è, in effetti, la stupida ambizione di tutti, che alla fine non ci importi nemmeno di questo sarebbe una stupenda liberazione.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      infatti, cara mimma, proprio di questo si tratta, dei nostri passi nel vissuto, flashback dicono gli inglesi, io ho appena imparato che nella nostra lingua si tratta di analessi.
      ho voluto un po’ misurarmi, tra il serio e l’ironico, spero di esserci riuscita.
      ma, come al solito, i versi si sono accomodati da soli sulla pagina.
      però mi piace moltissimo la tua visuale, in effetti, liberarsi di quest’ultima ambizione, sarebbe veramente il massimo!
      ciao

      Mi piace

  4. domenica luise ha detto:

    Io mi vorrei liberare, Cristina, ma ancora non gliela faccio e cerco di conservare le cosine che ho scritto, ne faccio copie, ma ormai sono cosciente, ho capito e ho capito per sempre. Le tue poesie sono tutte belle, qualcuna eccezionale.

    Mi piace

  5. aitanblog ha detto:

    riferimenti surrealisti, sentimenti e ricordi vividi e reali

    Mi piace

  6. albafucens ha detto:

    è musicale lo scorrere dei versi, bellissimo Cristina, questo tuo dialogo interiore, questo tuo esplorare, ri-percorrere le molteplici stanze che nella vita abitiamo

    Mi piace

  7. lievito ha detto:

    inginocchiamoci alla dimenticanza.
    sì.
    e preghiamo che arrivi, anche come barchetta di carta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.