Accogliere l’inspiegabile*

riflesso lampada e viso  - by criBo

Una non-casa
di quelle poco appariscenti
_nessuno a reclamarne usucapione_
e quando venne a viverci era inverno
il fiato raggelava

sembrò che una finestra poco incline
ad essere finestra
facesse sfoggio d’intrattenimento
un che di blu nel limitare scene
di sette vite tra pitture e smalti

la scarsa luce pronunciava un nome
appena percettibile nell’aria
_qualcuno s’affacciava al parapetto_
sopra un cavalcavia
prendeva qualche stralcio d’irreale
ne tesseva una storia di non-vita
e sul finale
una risata misteriosa senza
la bocca da baciare

assolo non-assolo
dirne di cose inafferrabili, seguire
una recita a braccio

chi s’accontenta di sognare un gesto
e chi si scrolla intriso di realtà
_qualunque sia_

                  

*
“[…] A chi può procedere malgrado gli enigmi, si apre una via. Sottomettiti agli enigmi e a ciò che è assolutamente incomprensibile. Ci sono ponti da capogiro, sospesi su abissi di perenne profondità. Ma tu segui gli enigmi.[…]”
(Carl Gustav Jung – Il libro rosso -)

                     

                   

.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a Accogliere l’inspiegabile*

  1. poetella ha detto:

    che bellezza!
    che magia!
    E poi, quella chiusa!

    P.s.
    Ti rubo il video. Posso, vero?

    Mi piace

  2. falconieredelbosco ha detto:

    una casa senza porta. se ti va leggi la traduzione del testo. mi pare si sposi bene con la tua poesia http://youtu.be/VLqoi-YWa8c

    Mi piace

  3. ninaesposition ha detto:

    ..”.un che di blu…
    a chi si accontenta di sognare un gesto e a chi si scrolla intriso di realtà…”
    l’inspiegabile da accogliere, Cristina cara, è che qualunque cosa tu scriva è vera Poesia raffinata e affinata da una sensibilità azzurrata!!

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      cara Nina, l’nspiegabile, l’ineffabile, è tutto intorno a noi… e se siamo troppo dstratti dalle cose materiali non ne afferriamo il senso più misterioso.
      gli apprezzamenti sono sempre graditi, e mi scuso di non essere altrettanto presente.
      per questo il mio grazie è ancora più sentito!

      Mi piace

  4. Pingback: 287. la domenica bella dei blog. | Cor-pus

  5. massimobotturi ha detto:

    una risata misteriosa senza
    la bocca da baciare

    …cose così accendono la voglia di scrivere

    Mi piace

  6. Cristina Polli ha detto:

    veramente una magia e un altro pensiero, che poi non è pensiero: è accoglienza… e accogliendo l’enigma ci facciamo mistero…

    Mi piace

  7. fattorina1 ha detto:

    Fra le cose perdute o volontariamente abbandonate, nelle tue poesie c’è sempre qualcosa che resta, ossidato ma indistruttibile; trascendenza si fa immanenza, lo spirito ha la fragranza della carne, il buio il bagliore di una luce.
    Sapere come si gioca con i sogni, sapere che ci vuole l’innocenza e la leggerezza dei bambini, sapere che solo per questo si dura a vivere. Anche in poesia.
    Narda

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      “Sapere come si gioca con i sogni, sapere che ci vuole l’innocenza e la leggerezza dei bambini, sapere che solo per questo si dura a vivere. Anche in poesia.”

      cara Narda! infine essere visionari è in qualche modo essere immanenti: è la mente che crea altra realtà… strade nuove per l'”artificio” che aiuta a vivere in pienezza.
      grazie!

      Mi piace

  8. lallaerre ha detto:

    ecco, Cristina, con questa poesia è spiegato cosa intendevo dicendo “guardare con occhi azzurri”…

    Mi piace

  9. Bellissima!

    Non so dire altro se non questo, e che lascia dentro un senso di malinconica amarezza, ma dolce. Particolarmente bella, complimenti Cristina…

    D.

    Mi piace

  10. carmen ha detto:

    Bellissima! Tu sei capace di spiegare l’inspiegabile, perché lo vedi e lo fai vedere anche a chi ti legge con gli occhi del cuore e della mente.
    In questa poesia hai oltrepassato limiti che per un comune mortale sono invalicabili.
    Sei “troppo” brava. Bisognerebbe farti sempre passare tra due file di persone omaggianti, mentre tu silenziosa e sicura attraversi passerelle poetiche fatte d’aria e di trame di tempo (di cui tu padroneggi e dirigi le “curvature”- immagine che hai dato in altra poesia).
    Trovi sempre espressioni che mi lasciano senza parole.
    bbb.car

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      Car, sei tu che mi lasci senza parole!
      ma passare tra quelle due ali omaggianti, proprio no, cara amica, non mi ci sentirei affatto a mio agio.
      tutto ciò che mi interessa è percorrere quelle curvature, anima tra le anime simili, intimorita e a volte spaesata per essere ancora viva.
      grazie di tanta stima
      un abbraccio
      cri

      Mi piace

  11. gelsobianco ha detto:

    “una risata misteriosa senza
    la bocca da baciare” ❤
    Oh Cri…
    E questa musica con i tuoi versi

    Grande Cri che ancora oggi hai amore per la vita e sai guardare "con occhi azzurri" (prendo la frase da lallaerre)
    Ti abbraccio
    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...