Farsi parola e nome

firmamento - by criBo

Che sono mia e non delle correnti
d’acqua o d’aria che fossero
appartengo alle luci che s’impigliano
tra figlifiori alle pareti e luci
che quando sto per dire è notte
mi splendono il mattino

appartengo alle voci, anche
in cantilene da memorizzare
il silenzio mi s’annida nel petto _non lo temo_
e mi spartisce in due che più ne sanno
di questa donna all’apparenza vetro
ma siderale invece, quasi temprata stella

come del resto tutti, astri caduti e smemorati
dell’infinito che ci tesse intorno
noi che facciamo finta
d’essere microscopici e mortali

in fondo sono luce anche le pietre
e noi gherigli dentro un mallo amaro
che mettemmo tra noi per farci noi
di vista incerta _ch’eravamo dio_
per ritrovarci dopo esserci persi, e questo è il gioco

quanto c’incuriosisce il movimento
dai solstizi alle suole delle scarpe
eppure sempre noi
pensiero che stormisce nella carne
in un continuo scorrere d’abbagli
quel pensiero
nostra dimora vera inalienabile.

Se solo ricordassimo l’immenso
quando ci prende e ci asserisce il male!
Se solo ci sapessimo morire
alle misure, ai calcoli, ai confini
_e viverci d’eterno!_

                       

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Farsi parola e nome

  1. lallaerre ha detto:

    “… come del resto tutti, astri caduti e smemorati / dell’infinito che ci tesse intorno …”

    Un altro bellissimo dono per aiutare la memoria.

    Mi piace

  2. poetella ha detto:

    sì, e quella speranza racchiusa negli ultimi versi, quella speranza desolata, espressa piano piano…un desiderio al cadere d’una stella…
    Bravissima cri!

    Mi piace

  3. Anna Maria Curci ha detto:

    Se solo ci sapessimo morire
    alle misure, ai calcoli, ai confini
    _e viverci d’eterno!_

    affianco a questa chiusa, che amo, altri versi amati, quelli di Novalis:
    «Quando ormai più né numeri e figure / chiave saranno di tutte le creature»
    e ti ringrazio, Cristina.

    Mi piace

  4. frantzisca ha detto:

    Inarrivabilmente Boviana, si dirà poi…che ora orecchi e occhi verdi non consentono parola…
    certamente immagini il mio amore subitaneo per questa tua immaginifica “rimembranza”
    abbraccio

    Mi piace

  5. gelsobianco ha detto:

    La profonda lievità conscia
    “di questa donna all’apparenza vetro
    ma siderale invece, quasi temprata stella”

    Ah, quel monito, che ha in sè una speranza dolente, contenuto nella chiusa!

    Oh, se solo sapessimo essere polvere di stelle.

    Cri, sei veramente molto brava.:-)

    Quel clarinetto!
    Condivido l’emozione dei tuoi versi e della musica!

    Ti abbraccio
    gb

    Avrei bisogno di avere un tuo indirizzo di posta ellettronica, Cri.
    Scusami, ma comprenderai il motivo molto serio davvero!

    Mi piace

  6. aitanblog ha detto:

    M’è sembrato di leggere la continuazione poetica di un ragionamento sulle stelle che avevi già fatto di fronte al mio scetticismo siderale di qualche giorno fa.

    Mi piace

  7. fattorina1 ha detto:

    Continui a regalarci frammenti di sensazioni e di pensieri, profondi, esistenziali, fuori dal ballo delle correnti. Poeticamente ti vai narrando in una filosofia libertaria della vita, la tua e di coloro che ti corrispondono.
    Questa poesia è limpidissima.
    Narda

    Mi piace

  8. cristina bove ha detto:

    non avevo dubbi, Narda, che fosse limpidissima per te!
    conoscersi sempre di più nel ri-conoscersi… che c’è di più confortante di questo?
    sentirsi partecipi dello stesso destino, dello stesso sentire, della stessa poesia….
    grazie.
    cri

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.