Minimi e fulminei

corteccia (particolare) by criBo
scultura in radica – cribo

                            

Non hanno consistenza due
fluttuanti visi e altro altro altro
chiedere ai muri
quando mai si farebbero di lato
per
case di trasparenze
:si è vivi solamente in quello spazio:
suppletivo proscenio fai-da-te
(l’amore ha un suono che non corrisponde)
vedi che la paura è onnipresente
((((((((((((( avvolge i fiati )))))))))))))
e quanto si è più soli
al ricadere
||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
di teloni da clic!

.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, riproposte e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Minimi e fulminei

  1. fattorina1 ha detto:

    Non c’è dolcificante adeguato per tanto amaro- La solitudine si sconta con accanto altri chiusi nelle stesse maschere inamovibili ( terrificante nella sua nudità il proscenio fai da te) . E giocando con la semantica dei segni sei arrivata alla fine, al clic che chiude il sipario. Buon finesettimana, Cri.
    Narda

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      giusto, cara Narda, a volte è proprio terrificante il vuoto che percepiamo, incolmabile. Credo che sia l’aspetto più duro di questa realtà in cui siamo imprigionati come corpi, malgrado ci soccorra il pensiero.
      mi piace ogni tanto fare anche di questi giochini… 🙂
      buon finesettimana anche a te
      cri

      Mi piace

  2. poetella ha detto:

    …e che grafica!
    Poesia disegnata!

    Mi piace

  3. gelsobianco ha detto:

    Oh, Cri.
    “(l’amore ha un suono che non corrisponde)”
    Sì.
    Ed è terribile quanto sia il vuoto amaro che percepiamo e assaggiamo!
    Bella bella poesia in cui tu giochi anche con i segni!
    E il sipario si chiude.

    Questa musica apre, apre. Non smetterei mai di ascoltarla! E tu sai che è vero!
    Ci sono passaggi che scivolano lungo la mia colonna vertebrale. Mi si apre qualcosa dentro totalmente. Sì, si apre. Del tutto. Stupore. Ed è bellissimo.
    La Norvegia, poi, da me così amata!

    E la tua scultura!:-)

    Che dire ancora?
    Quanto in un solo post!
    Quanta arte vera!

    Ti abbraccio forte, Cri
    gb
    Buon fine settimana!

    Mi piace

  4. albafucens ha detto:

    graffia un po… ma è bellissima, e la metrica, grafica la rende ancora più percepibile. l’assenza… “La mancanza, è come la sindrome dell’arto fantasma, prude, duole, là, dove l’assenza, lo spazio disabitato, non dimentica… R[esiste].”

    sempre intensa

    Mi piace

  5. ludmillarte ha detto:

    ciao Cri, la scultura ha catturato la mia attenzione anche se i complimenti vanno pure ai tuoi versi quasi disegnati 🙂 buona domenica
    Ludmilla

    Mi piace

  6. leopoldo2013 ha detto:

    Qualunque siano i referenti del tuo lavoro , mi ( ci ) sentiamo gratificati .
    La tua poesia come dono , mai come coazione all’ascolto .
    Grazie Cristina !
    leopoldo attolico –

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...