vedessero i tuoi occhi

 

sirena - by criBo

le incrinature
i raggi
di quel sasso graffito
toccassero le mani il finto marmo
del mio altare privato
avresti voglia di fuggire o
fare miracoli

ti perdono la prima
fuggirei io stessa da me stessa se
sapessi come.

Oscillo                    gioia d’esistere
                                 o desistere

sono ridotta a fare il verso
cocorita di stanza
scabrosità da calcinacci e duro
rispondere con l’anima traversa
la grancassa           nel paese dei sordi
può terminare il mondo       in un boato
sconfessando memorie
d’ Eliot

in un lago tranquillo
le sirene

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a vedessero i tuoi occhi

  1. Branoalcollo ha detto:

    gioia d’esistere, sempre, ciao Cri

    Mi piace

  2. carmen ha detto:

    Tristemente bellissima, con una chiusa rincuorante, peò, almeno…
    Buona domenica Cristina!
    Bbb.Car

    Mi piace

  3. Raul Bucciarelli ha detto:

    L’ha ribloggato su daisuzoku.

    Mi piace

  4. Raul Bucciarelli ha detto:

    Le memorie di T.S. Eliot ci portano lontano… Bellissima. Rebloggo senza ulteriore indugio.

    Mi piace

  5. Elia Belculfinè ha detto:

    Famm’ capì ma tu da che universo scrivi?
    indirizzo preciso. Fora!

    elia

    Mi piace

  6. tramedipensieri ha detto:

    L’indecisione sul come e perchè da sempre _forse_ (ci) appartiene

    buon inizio settimana Cristina
    .marta

    Mi piace

  7. fattorina1 ha detto:

    Chissà se c’è una terra di nessuno che divide il leggiadro dall’orrifico; Eliot poteva permettersi la coesistenza ne “La cattedrale”; eppure anch’io sono convinta che non esista una terra di mezzo; barcolliamo cedendo sulle articolazioni fra l’armonia e lo squallore, cercando e fallendo di rimanere sempre nella pace e nella luce.
    Mi trovi accanto , Cristina.
    Narda

    Mi piace

  8. fattorina1 ha detto:

    Cocorita di stanza, apprezzo ogni volta di più le tue immagine e le tue proiezioni.

    Mi piace

  9. gelsobianco ha detto:

    “Oscillo gioia d’esistere
    o desistere”
    Eccoci! Oscilliamo tutti noi tra miserie, desolazioni e l’armonia (queste note di violino e pianoforte!).

    Tu sei incredibile!
    “cocorita di stanza” ❤
    "sconfessando memorie
    d’ Eliot"

    Ti abbraccio forte
    gb

    Mi piace

  10. gelsobianco ha detto:

    I tuoi occhi, ora possono vedere un’altra piccola-grande meraviglia, Cri!

    Sono felice per te, mia cara.
    gb

    Mi piace

  11. Stefano Re ha detto:

    Ciao Cri come va?
    La poesia, come leggo, sempre bene.
    Stefano

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...