Il mondo è noi

contrasto - by criBo

 

I nostri passi
tra le rive del sogno e le consegne
guadandoci nei corpi
per mantenerci a galla quando il fondo
non ci consente l’attraversamento

amori e amori inadeguati al salvataggio

imparammo a nuotare nell’informe
le percorrenze dalla testa ai piedi
dentro noi stessi e il magma

e siamo un dio che si sentiva solo
talmente solo da inventare noi
e tuttavia _spericolato alquanto_
per sfuggire alla propria solitudine
ci divenne infinito e inconoscibile

uno sberleffo a sé nel navigare
vene profonde e l’anima di rosso

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in astrofisica, CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il mondo è noi

  1. tramedipensieri ha detto:

    …amore o non amore, difficile imparare a nuotare senza la leggerezza di fondo…
    .penso

    buona giornata Cristina
    .marta

    Mi piace

  2. bumbimediapress ha detto:

    grazie.

    Mi piace

  3. fattorina1 ha detto:

    Il tuo faticoso vivere quanto somiglia al mio!! Pure viviamo e solo a volte succede che ci sopravviviamo. Molto ci fu dato, molto derubato, ma nel baule dei tesori splendono perle disomogenee come di ostriche distratte.

    Mi piace

    • cristina bove ha detto:

      perle barocche oppure scaramazze, uniche nel formato, a differenza di quelle perfettamente sferiche… gli orafi più prestigiosi ne hanno fatto gioielli dal valore inestimabile.
      siamo quegli orafi, e nell’oro di coppella fondiamo il nostro vivere, forse nel cielo oltre le stelle ci sarà posto anche per noi, “ostriche distratte” (bellissima definizione!)

      Mi piace

  4. gelsobianco ha detto:

    Noi siamo i grandi artisti del vivere.
    E viviamo anche se a fatica.

    Sì, ci sarà posto anche per noi, “ostriche distratte” (grazie a fattorina1)

    Grazie, Cri, per questa tua poesia che sento molto.
    Ti abbraccio
    gb

    Quel tuo dipinto con quei colori! ❤

    Buon fine settimana!

    Mi piace

  5. domenica luise ha detto:

    Piano, a fatica, ci liberiamo delle sovrastrutture, ma sempre sbagliando perché ci è stato dato un nuoto imperfetto. E raggiungiamo i colori bellissimi della tua illustrazione, che è tutt’uno con la poesia.

    Mi piace

  6. Ho cominciato la giornata con le tue parole.
    Ne avevo bisogno.
    Grazie, Cristina. un abbraccio,
    z

    Mi piace

  7. guido mura ha detto:

    Per suprema ironia, l’essere si sente solo anche quando diviene molteplice. Quanto alla perfezione del mondo, posso solo pensare che il mondo è, e basta, perfetto o imperfetto che sia. D’altra parte, se fosse perfetto, sarebbe immobile, in perfetto equilibrio, e non esisterebbe nemmeno la molteplicità. Invece ci sono lo spazio e il tempo e i percorsi, in cui bisogna nuotare, e questo è terribilmente vero.

    Mi piace

  8. cristina bove ha detto:

    hai espresso perfettamente anche il mio pensiero, Guido.
    nella stasi tutto è senza possibilità di essere altro.
    è nel divenire che si crea il mondo, ed è nel mondo che noi ci ri-conosciamo esistenti nella molteplicità.

    grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...