Spunti di riflessione

 

Da uno dei libri a me più cari  “L’io della mente” ((Hofstadter e Dennett  –  Adelphi) e ancora incredibilmente attuale, riprendo alcune considerazioni su argomenti che mi hanno da sempre affascinato.

È dagli albori della storia che l’essere umano si è interrogato sulla libertà di scelta e sul destino.

Ha posto le domande a teologi, filosofi, scienziati, aspettando risposte che mai sono state del tutto convincenti.

Escludendo ogni fideismo, riferendosi invece alle ultime scoperte della scienza, interroga  se stesso, perché ha intuito che non può esserci separazione tra l’Ente creatore e le sue creature.

Per dirla anche noi con Lao-Tsu, dovremmo semplicemente esistere nella naturalità delle cose, come progetti di una creazione continua ed infinita in cui siamo immersi, parte dell’Assoluto che, essendo Tutto, è anche noi.

 

C’è un interessantissimo passo in cui si parla di “sottopersone”, nel senso che ciascuno è non solo il sé del momento, ma, nell’attimo stesso,  i tanti.
Il Dio che s’ immedesima nel Mortale, l’altro da sé che è la sua parte umana, il Mortale racchiuso nel limite dello  spazio-tempo, tuttavia parte dell’illimitato che lo contiene, e, perciò stesso, infinito.

Il Mortale è ciascuno di noi senziente, consapevole di essere e di significare il proprio  esistere.

Il libero arbitrio è quindi soltanto una delle caratteristiche di Lila, il Grande Gioco. E come questo è illusorio: non nel senso che comunemente diamo a questo termine, bensì come presa di distanza da sé per ritrovarsi altro.

Quanto più il Mortale conosce del suo limite, tanto più se ne allontana.

Un gioco di specchi all’infinito, la contraddizione moltiplicata per ogni sé contiguo e percipiente, morirsi ogni attimo per viversi.

Un mondo di apparenze, questo sperimentiamo, un mondo di materia labile nella sua essenza quantica, in cui siamo pixel di luce in continuo mutare.

E riscoprirci dio.

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Spunti di riflessione

  1. Anonimo ha detto:

    Ti dovrei fare qualche domanda, ma non in questa sede… Qui ti mando solo un sorriso 🙂
    bb.car

    Liked by 1 persona

  2. bacio appena posso ti chiamo, se… e bella sempre tu e le tue poesie!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...