Cosa copriva

indecifrabile - by criBo
Cosa copriva

Nel togliersi il cappotto
si vide bene ogni particolare
segni d’irriconoscimento li potremmo dire
non servono bottoni mormorò la donna
prima sfilò le maniche
era in piedi e guardava davanti
un moto si risolse nello specchio:
ci si sforzava di distinguere
gigli in penombra
le passamanerie delle pareti

i movimenti cauti
si poteva cadere per un sibilo
o vorticare un attimo
dipendeva dal gesto volontario e dalle storie
che un ninnolo cinese riusciva a raccontare
forse un foulard turchese poteva ricoprire
non è detto
un altare per cerimonie mimiche

fu così che perdette il corpo
sotto non c’era niente, non domandate come
era rimasto solo un che d’argento, sembravano capelli
non fu mai confermato.

settembre 2011

 

 

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, riproposte e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Cosa copriva

  1. tizianatius ha detto:

    E’ carezzevole!

    Liked by 1 persona

  2. Carla Bariffi ha detto:

    ermetica
    orientale come un giglio in penombra …

    Liked by 1 persona

  3. fattorina1 ha detto:

    L’identità si spoglia di quanto la connota; sotto la veste nulla, forse un barlume azzurro.
    E’ una poesia drammatica senza drammi, guarda il nulla e non ne è molto turbata.

    Liked by 1 persona

  4. falconieredelbosco ha detto:

    ho letto la tua bella poesia col sottofondo della canzone scelta da te . ad un certo punto Gary Brooker canta queste parole:
    Lei disse che non c’era ragione
    
e la verità è facile da vedere
    E anche se i miei occhi erano aperti

    potevano benissimo anche essere chiusi”

    è una poesia da ballare questa .

    Liked by 1 persona

  5. fernirosso ha detto:

    e
    si poteva cadere
    per un sibilo
    o vorticare
    un attimo
    da un istante all’altro essere
    questo o quello o
    non essere più se non un alito
    lievissimo.

    Grazie Cristina. Grazie della leggerezza che suggerisci con cui possiamo evadere-evaderci.
    ferni

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...