Maestri (s)concertatori

onda e vele - by criBo

 

navi da golfo mistico
in avaria le cavità metalliche
tambureggiare sviolinare stridere
orchestrazioni di massa
un emiciclo di ripercussioni
nella platea degli uditori

chi rimaneggia note e noterelle
critiche altisonanti o liste per la spesa
e chi attraversa l’opera remando
da fine settimana a fine settimana
__o week end, come vi pare__

lustrare gli occhi sparsi di chi sa
che tutto muore
come le note già suonate
nella toccata e fuga da sé stessi

dopo la pioggia e il sale
un arc-en-ciel che ride di perversa virtù
avvisa naviganti e suonatori
che s’è svuotato il mare

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Maestri (s)concertatori

  1. Anonimo ha detto:

    Come le note già suonate …. Non le abbiamo suonate tutte!
    C’è ancora tempo per leggere le tue!

    Grazie molto bella!
    😀

    Mi piace

  2. Giovanni Comparone ha detto:

    Che bello questo parallelo navigazione musica. Una splendida intuizione! La poesia che emerge dalle parole e crea interi mondi di suono e inchiostro.

    Liked by 2 people

  3. gelsobianco ha detto:

    “come le note già suonate
    nella toccata e fuga da sé stessi”

    Grande Cri.
    Inutili mie parole.

    Che bello anche il tuo dipinto!

    Un abbraccio caro
    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...