Apoplessia della dialettica

luminosita 1 -by criBo

 

Quando si sarà detto
tanto da non avere più cartucce
scaduto il regolare porto d’arti
il rigo assumerà quei segni fitti
come gli scarabocchi da ricette

l’assalto ai turbinati
ha odore di renette andate a male
di fieno greco e di galoppo
e la caduta da cavillo è un colpo
che prende all’improvviso alle sinapsi
oppure un fuoco
da sublimare il sangue nelle vene
_opera al bianco_ nell’atanor del cuore
che si trasmuti la parola-pietra
filosofale in oro di coppella



Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in Alchimia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Apoplessia della dialettica

  1. carmen ha detto:

    “e la caduta da cavillo è un colpo” (apoplettico) dal morir dal ridere!!!!!!!
    bb.car

    Liked by 1 persona

  2. Raul Bucciarelli ha detto:

    L’ha ribloggato su daisuzokue ha commentato:
    Grandissimo testo….

    Liked by 1 persona

  3. gelsobianco ha detto:

    Sei unica!
    E quelle note di Bach sono perfette per i tuoi versi speciali.


    gb

    Mi piace

  4. lementelettriche ha detto:

    Tu lo hai il porto d’arti?
    (Domanda inutile e dalla risposta evidente).
    Sono certa di sì, e fortuna ci sei, perché io – senza il tuo porto d’arti – comunque non riesco a reprimere un’idea.
    Ho deciso che la svilupperò.

    Grazie artista del mio cuore ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...