Antiche suggestioni d’ombre e luci

lampada riflessa 4 -by criBo 

 

Sapeva anche ascoltare
senza dar segno del pensiero indocile
che suo malgrado tendeva ad affiorare.
in notti dichiarate senza luogo
sperando in un  miracolo _uno di quelli piccoli_
che al posto dei vestiti significasse un nome
l’indizio d’una qualche propensione
a trasformare un codice umorale
in un amore  _la speranza era l’ultima a morire_

se guarda indietro
ha l’impressione d’essere restata
diventando se stessa una parola
per non sentirsi  solo una metà
almeno con la mente, almeno un’ora

                                

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Antiche suggestioni d’ombre e luci

  1. fattorina1 ha detto:

    La parola , meta e fiamma, porto e insegna, diventa col tempo l’ultima risorsa. Ogni altra cosa smarrita nei flutti amari della vita.
    La parola accanto ad un altra fa suono, va musica, forse fa amore, comunque fa vita.
    Narda

    Liked by 1 persona

  2. Rita Loprete ha detto:

    Il miracolo sono proprio le parole di cui ci vestiamo e che ci aiutano ad andare oltre il loro stesso suono… Grazie, Cristina, per questo dono ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...