Sarabanda

punto e parabola -  by criBo

ora che non è tempo
delle ventate e delle vesti smosse
né di nastri vermigli tra i capelli
né delle giravolte sul granito
un battito del piede
e dalle intercapedini germoglia
l’abbozzo d’una rosa di calcite

andremo scalzi in cerca d’un addio
soffiato nella silice _un cristallo
dardeggiato dal sole del deserto_
e mi dirai di quella perfezione
così dura e implacabile
che si accanisce addosso
_cadenze ripetute mille volte_
malgrado le catene alle caviglie

nel trino turbinare delle cuspidi
svalvolo fuori passo e fuori verso
condotta nella danza conclusiva
dalle mie stesse braccia

                                   

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Sarabanda

  1. che grande cuore hai!
    🙂 ❤

    Liked by 1 persona

  2. fattorina1 ha detto:

    In pochi raffinati versi il passaggio dall’età dei sogni a quella della scabra maturità e infine la solitudine del finis vitae. Solo un grande poeta poteva passare dai nastri vermigli tra i capelli e dalle giravolte sul granito alle catene alle caviglie / nel trino turbinare delle cuspidi-
    Mi inchino, maestra.

    Liked by 3 people

    • cristina bove ha detto:

      cara Narda, dentro di me commozione per il tuo riconoscermi poeta, e per l’amore che avverto, oltre che nel tuo essere Poeta, anche nella tua delicata attenzione.
      apparteniamo allo stesso senso di accoglimento dell’altro, sapendo che non sottrae ma arricchisce.
      ti dico solo grazie! e tu sai quanto altro vi è contenuto…

      Mi piace

  3. Quel nastro vermiglio dice tutta l’infanzia e il sogno che contiene.
    Resta la danza, amica mia: lo stare nel passo, fuori-passo, della vita, con il turbinio del pensiero.
    Svalvolare è verbo superbo: contiene la rottura, l’uscita e il volo.
    Ti abbraccio,
    zena

    Liked by 1 persona

  4. chiamamip ha detto:

    Uno sguardo al passato, di tanto in tanto, serve a ridare ritmo ai nostri passi. E andiamo avanti, col pensiero che ci guida.
    Ti abbraccio
    Patrizia

    Liked by 1 persona

  5. gelsobianco ha detto:

    Oh, Cri, solo un grande poeta può concludere così una sua poesia bellissima
    “svalvolo fuori passo e fuori verso
    condotta nella danza conclusiva
    dalle mie stesse braccia”
    Svalvolare…
    Solo una donna dalla sensibilità unica come te può comporre questa tua “Sarabanda”
    E un’altra donna interpreta magistralmente un’altra celebre Sarabande

    Ti abbraccio forte forte
    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...