Singolarità temporali

cancelli - by criBo

gli orchestratori delle vie fluviali
eseguono tempeste di sconcerto
canoni inversi in rifrazioni d’acqua
e non si può parlare
ci si muore
sapendosi indifesi per stanchezza

chi si è rinchiuso dentro il corpo
fantasma di se stesso
(dei suoi mali cercati e assecondati)
in questo limbo in cui
non ci si accorge che le sue pretese
sono peggiori delle sue bravate

per l‘ennesima volta
passa in secondo piano la mia morte
ed io non so più stare in questa vita
facendo da custode
a chi ritiene d’essere rinchiuso
mentre mi tiene prigioniera.

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, poesie della disperazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Singolarità temporali

  1. tramedipensieri ha detto:

    io non so più stare in questa vita
    facendo da custode
    a chi ritiene d’essere rinchiuso
    mentre mi tiene prigioniera.

    …questa chiusa…..

    Mi piace

  2. gelsobianco ha detto:

    “ed io non so più stare in questa vita”
    “mentre mi tiene prigioniera.”
    Oh, Cri, ti abbraccio forte forte.
    Ascolta e ascolta questa musica che tu hai proposto.
    Si trova pace. Per un po’…
    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...