Epistolario minimo

origami casa - by criBo

Scrive
degli anni scivolati come pioggia sui vetri
senza lasciare traccia d’un vissuto
per quanto intermittente
_lei ci metteva il cuore_
ma non rivelerà niente che lui non sappia
come non saprà mai quanto sia valso
assecondare impulsi d’un momento.

Si può passare dal taciuto dire
al fragoroso vuoto del presente.
In fondo, poi, che si sappia e si dica
non è così importante, e quindi lei
nessun indizio lascerà
di questa storia ch’è soltanto sua.
Il vecchio attore ripeterà la scena tante volte
con la solita cera e il riso in tasca.

Lettere come questa
si scrivono ch’è prossimo il traguardo
da chi s’accinge a scendere dal treno
a chi prosegue il viaggio
_lui non s’affaccerà dal finestrino
nemmeno a farle un cenno di saluto_
lei si allontanerà da ombre e luci
se ne starà quieta a progettare
un volo senza scalo      per lontane galassie

 

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Epistolario minimo

  1. massimobotturi ha detto:

    il ritmo conosciuto della vita non più segreta

    un caro saluto Cristina

    Liked by 2 people

  2. cristina bove ha detto:

    proprio così, caro Massimo…
    un abbraccio

    Mi piace

  3. fattorina1 ha detto:

    Quando non parliamo più, sempre di noi parliamo, degli accidenti e delle inutili attese e solo il vuoto ha risposto con spire di cavalli di frisia o ventate di nulla.
    Eppure non sappiamo … scegliere la staticità del progettare una ricongiunzione di luce di lontane galassie. E non sei sola Cri.
    Narda

    Liked by 1 persona

  4. elisabetta mori romanazzi ha detto:

    Ciao Cristina, son tornata quasi a regime. Bella questa disamina, ma mi spaventa un po’ che tu sia sempre in attesa del passaggio. Così leggo dalle tue ultime poesie. Sono forse troppo apprensiva?

    Liked by 1 persona

  5. cristina bove ha detto:

    ciao, Elisabetta, bentornata!
    sto vivendo un momento difficile, è vero, ma quell’attesa cui ti riferisci è proiezione costante nella mia vita, da quando planai sull’asfalto.
    è da allora che mi sento provvisoria, ed è come se tutti questi anni fossero stati, e sono ancora, una proroga. 🙂

    Liked by 1 persona

  6. gelsobianco ha detto:

    “come non saprà mai quanto sia valso
    assecondare impulsi d’un momento.”
    Oh, l’importanza dell’assecondare impulsi d’un momento, anche se non rivelata
    E questo mi dà un impulso forte ad aspettare quieta quieta
    “un volo senza scalo per lontane galassie”
    Oh, Cri.
    Ti abbraccio ancora, cara
    gb
    E questa musica…
    E la tua immagine…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...