In fondo Bukowski

lettere - by criBo

Sulla strada c’era
e nel mucchio selvaggio si sparava
o si fuggiva lungo le rotaie
per non perdere il tram dei desideri.

Sostare in quarantena per scommessa
e preparare borse per partire
senza sapere il punto d’atterraggio

_ci si adegua_
e si percorre il resto del cammino
nei labirinti dalle mille svolte
un segnalibro in tasca
da mettere tra i fogli dell’esistere

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, poesie dell'abbandono, poesie della confusione e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a In fondo Bukowski

  1. Elisabetta Mori Romanazzi ha detto:

    Beat generation, poeti (e scrittori) sporchi e cattivi, sempre on the road che continuano a influenzare la poesia contemporanea americana (Fernanda Pivano docet!)
    In quel “sostare in quarantena” ci vedo un riferimento all’attuale dramma dei migranti, per riferimento agli italiani che dovevano, nella democraticissima America, sostare 40 giorni prima di essere accettati o rimpatriati.
    Tutto sostenuto, però, dalla speranza (“un segnalibro in tasca”) a fare da spartiacque tra l’dealizzato e la prospettiva di una vita migliore.

    Liked by 1 persona

    • cristina bove ha detto:

      quella generazione ci ha liberato dai manierismi, da una parte, ma ne ha creati altri, e se il romanticismo poteva sfociare nella melensaggine, la scrittura tosta può trasformare il verismo in una impietosa rinuncia alla delicatezza.
      stare nel mezzo è l’equilibrio che rende la poesia diretta, senza fronzoli, ma sempre ispirata da quella ignota mistica dello spirito.
      veramente un bel riflettere. il tuo,Elis, e prezioso il tuo commento.
      grazie

      Mi piace

  2. fattorina1 ha detto:

    “Domani è un altro giorno” disse Rosella O’Hara indomata e noi non ci facciamo portare via dal vento.Avevo fatto una disquisizione sulla filosofia, la scienzae la poesia, mi si è chiusa la pagina e plus rien. Doveva essere riflessioni di poco conto.
    Un abbraccio, Cri.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...