DONNE

A quelle donne di meraviglie e fiori
quelle che silenziose fanno andare
casupole e favelas, figli portati sulle
spalle chine, lana pungente sulla pelle
dita affondate negli inverni
donne dismesse a ricamare perle
e chatouches per quelle fortunate.

Donne dai pianti occulti per i figli perduti,
donne dalle carezze rassegnate
sulle deformità dei loro nati e quelli d’altre.
Vanno con passo celere
più avanti della vita
più pietose del quadro sugli altari
che spiega nel suo ebete sorriso
quanto non fu mai loro e di quei figli abnormi,
l’opposto dei bei riccioli dipinti
e lineamenti rosa.

Donne delle catene di montaggio
recluse per un tralcio di mimosa
donne dei mille passi nel deserto
per un una goccia d’acqua
donne a scacciare mosche dai sorrisi
dei loro figli condannati a sete.
Donne vendute
donne vilipese

Qui ci piangiamo addosso
per uno specchio rotto, una sedia tarlata
solitudine in versi che dovrebbe
consacrarci poeti
roba che non soccorre i derelitti
che non reclama l’equità dovuta
e niente fa per togliere al potente
quello che ruba ai miseri.

Donne di ceri e cere
prigioniere d’inganni, occhi cuciti,
che al prete per figliare e per morire
pagano sempre il truogolo e l’ingrasso.
Spossessate del corpo, incubatrici
di vittime innocenti.
Madri di stupratori e santi
donne comunque e sempre.

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a DONNE

  1. lementelettriche ha detto:

    Tessi Penelope, prendere e (com)prendere:
    – anche le sue pene toccheranno solo a te –
    scomposta in particelle infinitesimali, tu,
    ti sarai rialzata, per i figli tuoi, e continuerai.

    Solo un gran gomitolo per rattoppar brandelli,
    – districando mille e più nodi – è tutta la tua vita.
    La cattiveria, il sacrificio: la ferocia è inaudita.

    Liked by 1 persona

  2. rossana ha detto:

    Grazie Cri, di questo omaggio alle sorelle dimenticate
    “…delle catene di montaggio
    recluse per un tralcio di mimosa
    donne dei mille passi nel deserto
    per un una goccia d’acqua
    donne a scacciare mosche dai sorrisi
    dei loro figli condannati a sete…”
    mentre me ne sto qui, proprio così (quasi, dato un recente trasloco che mi sta sfinendo), a piangermi
    “… addosso
    per uno specchio rotto, una sedia tarlata…”
    A volte serve un poeta, per ricordarci la misura delle cose…
    Un abbraccio da sorella a sorella…

    Liked by 1 persona

  3. fattorina1 ha detto:

    Il mondo ha bisogno di donne come te in attesa di un’aurora.. In marcia, anche senza corpo, anche senza scarpe, le donne difenderanno la loro creazione. Uomini, quel verme che vi scava nella polpa, giunto all’aria non la sopporterà.
    Narda

    Liked by 2 people

  4. lementelettriche ha detto:

    Con quelli – la mia cosetta – ha vinto.
    Non conoscevo nessuno e ho usato uno pseudonimo 😉
    Perché la violenza inaudita merita silenzio, sussurri e non grida plateali… oltretutto – per raccontare dei coccodrilli – bisogna prima averli addomesticati.

    Liked by 1 persona

  5. cristina bove ha detto:

    è vero, Paola, bisogna averli addomesticati, i coccodrilli, per sopravvivere ai loro attacchi, per poter scrivere di noi, amarci, ricomporci dalle mille fratture del corpo e dell’anima.
    ma ci riusciamo, ci sei riuscita con il tuo sussurrare.

    Liked by 1 persona

  6. lementelettriche ha detto:

    Prendo distanza da chi s’è prima pubblicizzata, poi – con qualche like richiesto – s’è persino fatta mettere sul giornale con un sorriso a 68 denti, imbellettata e contando d’un concorso “nazionale”.
    Ovviamente – poi – ha bannato me e la critica, così pure la titolare del blog che aveva indetto il concorso. Donne che fanno danno a sé stesse per amore del protagonismo, persone che sfruttano persino un tema come questo, stai certa, non addomesticherebbero neppure il gatto.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...