Se perfino il telefono…

È uno scompenso tra mattina e sera
questa voce che vive nei miei panni
e che non vuole smettere
dice che sono storia tramandata
benché mi rida addosso
dipinta sulla bocca
una tristezza scritta col rossetto
un’eco dai soppalchi alle cantine

la voce è un’evasione dalla righe
trasforma ogni parola in bolle d’acqua
diventeranno nebbia _dice_
e non t’accorgerai d’essere muta
nella livrea sbiadita,
a rimediare segni d’orizzonte
orme su spiagge amiche
mentre t’inventi bella
e lentamente affondi nei detriti

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, poesie da non saper che farsene e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Se perfino il telefono…

  1. lementelettriche ha detto:

    Orme su spiagge amiche
    – è quanto cerchiamo –
    chè siamo impaludate
    coccodrilli e sabbie mobili
    nel fango ad ingoiarci piano

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...