Sistemica

note di primavera -  by criBo

 

Le storie di vita, le storie di tutti
mi fanno microscopica _una fra tanti_ ma
ne sono avvolta
allora vivo mille volte e mille volte amo
a volte muoio _solo per poco_ mi
risorgo e quasi sembra strano
essere un io
se l‘aria è satura di noi

che ci respira il sogno
fregandosi dei nostri amari giorni
del rito mattutino di un caffè bevuto in fretta
_si va_
per strade sempre più affollate
si va per mari e cieli
a costruire bombe o coltivare rose
siamo l’umanità variabile
le varianti numeriche
potremmo essere pietre e siamo invece
corpi da macero
in quest’astruseria che ci fa soli
palpitanti negli amen d’ogni voce
disponibili a vivere _eterni recidivi_
l’insolubile arcano che ci coglie

 

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Sistemica

  1. fattorina1 ha detto:

    Sono un’umana variabile e guai se tale non fossi ma rigida, ingessata, di pensiero intradiretto.
    Siamo variabili, indomabili, feroci e teneri come cuccioli. Crescendo perdiamo la simmetria che ci rende indifesi e chiedenti asilo; diventiamo spigolosi, aspri, duri, verghe per segnare la carne, Ma è la vita, la sola che conosciamo, la sola di cui siamo responsabili. E allora : essere variabili, non sottomessi , ma disponibili, flettersi come foglie novelle , amarsi come le foglie si amano chioma.
    Narda

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...