Archivi del mese: settembre 2018

Mobili che fingono d’essere importanti

via Mobili che fingono d’essere importanti

Citazione | Pubblicato il di | Lascia un commento

Se non vado alle montagne

le montagne verranno a me che sono ancora qui faranno un circolo montuoso intorno alla città dei vizi moderati _ché di virtù totali non si esiste_ se misi a gocciolare una virtù per piccola che fosse a me pareva pioggia … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Alla casa dei sogni

si va a piedi ci si arriva con borse della spesa _ catene da fantasmi perbene_ e sandali con zeppa tacco tre tredici a me farebbero da trampoli ma rasoterra si cammina adagio qualche volta s’inciampa alle radici dei pini … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal carbonio al pensiero

via Dal carbonio al pensiero

Citazione | Pubblicato il di | 2 commenti

Via dalle zone morte

  Morde con denti aguzzi sul velluto disquisisce la voce che si allappa dice ch’è tempo di valutazioni ex cattedra fugge il coniglio dal cilindro, va dove s’incontrano i miracoli lascia al prestigiatore i suoi cappelli _un ciuffo d’erba fa … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Madre la terra

e si diventa fiume dallo sgorgare dalla fonte ctonia all’esondare, a volte, in libertà illusorie il greto non trattiene e il letto finge d’essere un torrente che scorre nel disordine dei sassi prima d’abbandonarsi ed ammarare in un fluire lento … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

L’oscuro lato della poesia

si manifesta suo malgrado a chi conosce l’arte del nondire nella coltre fumogena dei versi l’esperto di mimetica disse: il poeta è un fingitore sapeva che chi scrive sa occultare pensiero e sentimenti in testi in maschera e tuttavia dissemina … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Per filo e segno

E qui tra noi possiamo dirci della geografia sui corpi vivi la madreperla delle cicatrici il metallo sepolto nella carne _a volte vibra come a dire: sto_ gli occhi mi guardano negli occhi tentano di spostare il puntofuga come se … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Nascere di Settembre

nello spostarsi obliquo delle case in precessione equinoziale adusi a traslocare s’mpacchettano cavoli e cicogne si piegano tovaglie e calendari dagherrotipi d’ospiti scomparsi e affacciati alle dodici finestre in giorni privi di una data certa s’inventano battesimi di stelle _nomi … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie della confusione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La storia ha braccia amiche, qualche volta

Ci si compensa dalle rimozioni lasciando solamente poche tracce d’una nottata di sopravvivenza _la ragazza vestita di pois nel vuoto d’aria_ quando del buio calato sulle spalle sfocate ormai le viole calpestate il buio dolore delle pietre restano nella mente, … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Tutto per una mela?

È quasi indifferenza necessaria l’entusiasmo d’un attimo finito già mentre si gira un foglio _esistere ha un suo lato da mannaia_ il corpo esige è un orologio caricato a pillole la mente latita è un luogo in cui s’inerpicano perdite … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene, poesie dell'abbandono, poesie della confusione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

chi osserva chi

  senza barriere di difesa sull’orlo d’una roccia a precipizio e chi si affaccia vede il suo doppio immoto in uno scambio di persona che capovolge l’assioma naturale duplica la ragione ed il nonsenso e in uno spazio onirico entrambe … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie della confusione | Contrassegnato , , , , , , , | 8 commenti

Il mondo è una stampella virtuale

Ci aggrappiamo alle cose come se fossero eterne c’inquieta destarci ogni mattina e ritrovarle sempre più provvisorie e scolorite  

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Finiti l’attenzione e l’annotare

quale che fu la storia mia o quella d’altri nessuna narrazione mi seduce le vite nei cortili le bambolebambine, i soldatini le confessioni e i “c’erano una volta” le madeleines e i saggi non leggo più commedie né tragedie _restano … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Testimonianze in cromatismi autarchici

  alla corte dei fatti inattendibili la pittrice di case e copertine rende ragioni delle dissolvenze delle nuvole prese a velatura degli albatri dipinti nell’argento _è per sentirmi viva_ il giuramento al giudice di pace che assume a prova linee … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti