Spettri e diffrazioni

diffrazioni - by criBo

Sono passati e sono andati via
ne sgrano i nomi in un rosario laico
per evocarne almeno qualche voce
persa l’assiduità del ricordare
resto immobile
mentre la strada va   _si finge fiume_
scorre e sparisce nella notte alchemica
in uno spaziotempo ignota foce

umanamente temo quel nigredo
eppure so che siamo
“della stessa sostanza delle stelle”
particelle adattate a corpi singoli
che smetteremo come abiti vecchi
e chi lo sa
che in un tripudio d’atomi e fotoni
si esista come essenza di pensiero
_forse amore_

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie della rinascita e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Spettri e diffrazioni

  1. Alessandra ha detto:

    Che bella! Sì, speriamo sopravviva la parte migliore di noi, quella dedita all’amore.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.