Mari del nord

gabbiano e silhouette - by criBo

Guardala da lassù
cielo che spargi nuvole sui morti
e metti nomi d’acqua ai pesci
sai che l’azzurro se n’è andato
impera il grigio

la donna ch’era prossima all’esilio
traduce il mormorio delle conchiglie
le litanie sommesse delle onde
in cerchi disegnati sulla rena
subito cancellati dal riflusso

Dalla cima dei fiordi
si vedrebbe un relitto di polena
stanca di traversate tempestose
starsene muta
immobile tra plastiche e bottiglie

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie del silenzio, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.