Chi osserva che

 

A lato della strada in cui si corre
nei sacchi per raggiungere il traguardo
palo della cuccagna
coppe e affini
seduta sto sul margine di pietra
tra un dormiveglia e l’altro
in riva alle miserie
ai fagotti deposti sul confine
le mancanze
sono la fiamma occulta che le nega
mantenendo le braci

su quelle a piedi nudi
per ambizioni estreme
_traguardi scivolosi_
vince chi sa aggrapparsi

ho la coscienza della fine
la grandezza che fu
dalle grotte graffite ai grattacieli
gli eroi delle leggende e delle arti
imperatori, papi, santi e rei
la terra ci contrasta
indifferente alle memorie umane
a onori e glorie
e ci conserverà
in un museo di polvere

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.