La corsa il filo il ragno

DSC02291

Dopo la strada c’è
lo spiazzo dei livellamenti
_tutti perdenti o tutti vincitori_
l’apparire non ha significato
quando si viene al dunque

non è il tempo a trascorrere
lo si attraversa d’infinite forme
uomini come insetti
in un garbuglio di memorie
coscienze tese agli angoli dei muri

il premio rassicura
: una coppa di niente ai convenuti
shakerata al bancone del traguardo
_l’hanno bevuta e la berranno tutti_
ultimi sempre
e dopo

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La corsa il filo il ragno

  1. lallaerre ha detto:

    “una coppa di niente ai convenuti”…

    Piace a 1 persona

  2. lementelettriche ha detto:

    Per bere una coppa di niente, si è tutti perdenti (o vincitori, o chissà quale altro nome si potrebbe usare): di fatto, non essendo champagne, ognuno riceverà la sua dose di niente. C’è per tutti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.