Nei secoli futuri (se ci saranno)

scriveranno di noi
ch’eravamo selvaggi
abbattemmo foreste
assassinammo uomini e animali
soffocammo di scorie monti e oceani
perforammo la terra e l’atmosfera

ch’erano in tanti a disinteressarsi
dello stato reale delle cose
imperversando con le chat
appiccicati ai cellulari
come patelle a scogli

diranno che
vivevamo da schiavi consenzienti
intrappolati nelle seduzioni
a fare acquisti a diventare belli
ad agognare un attimo di fama

racconteranno che la storia
si ripeteva a oltranza tale e quale
dai faraoni agli ultimi regnanti
e i popoli asserviti rinunciatari ignavi.
I combattenti
finiti tutti nelle fosse.

Chissà se avranno un po’ di compassione
per chi visse bramando un mondo giusto
senza vederlo mai

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Nei secoli futuri (se ci saranno)

  1. frantzisca ha detto:

    La Compassione ora possiamo averla solo tra noi, ché ormai mi è chiaro il mondo giusto non lo vedremo mai! Un abbraccio mia consapevole amica. ❤

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.