Mattinata sciatta

Vasi di pietra grigia
un sedile di marmo nel giardino
sull’orologio senza le lancette
il tempo annota voli da smaltire
un gatto ride e subito scompare
Alice infila una vestaglia blu
capelli sulle spalle
ciocche d’inverno come una mantiglia
una traccia d’insonnia sul cuscino

guarda lontano
il cielo sembra scendere sui tetti

nel rumore di vita che l’assale
come se d’improvviso tutto il mondo
fosse scoppiato dentro i suoi pensieri
perde il nome
la forma
il senso
il sé

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...