Archivi tag: filo

Sparecchio

  Non voglio vedere altro che le bucce di arance e mandarini nel piatto a fine pranzo il resto, prima e dopo, è un filo che non cuce i lembi del mio mare se volete sedere alla mia favola sappiate … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 7 commenti

Finché si accade, anche si vede il mondo

  poi ci si può fermare smettere il filo e a capo nella stasi abituarsi al bianco dell’assenza e quindi stare nell’invisibilità dei punti omessi nell’abbagliare della sparizione dismessa al movimento essere il foglio senza nessuna traccia di scrittura senza … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Cifre, perimetri e nonsensi

Sapersi fingere giocosi quando in fase inarrestabile di sgombero quello che fa d’appiglio è un filo liso ci si contrae nel minimo ufficioso _modalità analgesiche_ continue scivolate senza maniglioni antipanico cercare nei sapori tempi andati ritrovarli sbiaditi come le foto … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Penelope stanca di t’essere

  Vorrebbe abbandonare trama e ordito allontanarsi dall’intreccio perdere il filo del discorso _subbio e liccio _ salvarsi dal ribattere del pettine le scie di sottintesi e diventare quasi evanescente esserci o no a volte come estranea nell’ascoltarsi dire e dubitare … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Consapevolezze provvisorie

  procedere tra quanto si è perduto o soltanto scansato  _immaginarsi d’oltrecielo_ in partiture d’aria in gesti disegnati nel proclamarsi vivi  _ammesso che si sappia_ e presi alla sprovvista sciorinare i propri panni al filo d’un balcone essere pietre e … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene | Contrassegnato , , , , , , , , | 6 commenti

Möbius

I sentieri molteplici ad anelli pluridimensionali, disegnava formiche rigirate les poissons, les nuages et l’escalier mon bon Escher… Domani? sarà lo stesso nastro e il suo rovescio a recargli l’amore di cerbiatta o un gioco d’anche. E niente di esclusivo. … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, riproposte, splinder | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 12 commenti