Archivi tag: fine

L’invisibile scimmia sulla spalla

Penso, dunque scrivo. Scrivo, dunque vivo. O viceversa. Questo mi confonde; tuttavia la confusione è preferibile alla disperazione. Nel piccolo caos quotidiano posso cercarmi tra le cose che dimentico e quelle che ricordo. Essere sopravvissuta al suicidio, e a tanti … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Leggende audiovisive

Nelle osterie si raccontava della signora apparsa a mezzanotte a bere la sua coppa di vinsanto veniva dagli addii cifrati da pregresse inquietudini coatte recava un vaso d’ombra da consegnare al Dio delle contrade prima che la distanza separasse e … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il vento e la candela

Un’esistenza lieve un sentiero di passi tra le spighe _l’ho attraversato senza far rumore_ celandomi alla falce e alle tragedie vivo lontana dalla folla ma circondata dal mondo e dal suo inferno un coro di lapilli nella fiamma _non c’è … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Per quanto sia splendore

  il raggio ha la sua fine quando si chiude il cerchio e le visioni di un mondo taciturno avranno senso in un altro sapere d’universo e noi faville accese e spente in un perenne incendio sapremo che la fiamma … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 18 commenti

Epilogo

  Veniva dagli addii cifrati da pregresse inquietudini recava un vaso d’ombra colmo di voci e giochi ritrovati _c’era nel buio qualcosa che fioriva_ in un chiarore eccentrico nessuna competenza di se stessa improvvisava la scenografia da replicante fino ai … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene, poesie dell'abbandono, poesie della confusione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento