Archivi tag: mare

Per filo e segno

E qui tra noi possiamo dirci della geografia sui corpi vivi la madreperla delle cicatrici il metallo sepolto nella carne _a volte vibra come a dire: sto_ gli occhi mi guardano negli occhi tentano di spostare il puntofuga come se … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Testimonianze in cromatismi autarchici

  alla corte dei fatti inattendibili la pittrice di case e copertine rende ragioni delle dissolvenze delle nuvole prese a velatura degli albatri dipinti nell’argento _è per sentirmi viva_ il giuramento al giudice di pace che assume a prova linee … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

E tramontò per sempre anche la luna

la voce picchiettava alla finestra simulando la pioggia cadevano dal cielo le risposte ma nessuno sapeva le domande allora tacque gente veniva andava scompariva in attesa di scendere dal mondo la voce fu zittita quando una barca capovolse il mare … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , | 7 commenti

Senza gloria

Gente che s’alza ogni mattina e va a timbrare giorni sempre uguali gente che salva vite in ospedale o che ci muore gente che va per mare pescatori di pesci e di tempeste gente che annega prima d’arrivare nella disperazione … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie della disperazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Eremiti sfrattati da conchiglie

  Tane per quando fuori c’è l’inverno e niente più risulta duraturo un punto di raccolta per umani non riciclabili traslochiamo timbrando cartellini per lavori di sgombero paguri senza casa e senza mare inermi nella sabbia che ci annega

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Un pugno d’acqua

Scrittura senza ormeggio nella sostituzione di parole l’approdo a fine pagina un complicato districare funi dove la terra copre firma e autore la memoria s’annida il corpo muore assolto da macerie e su giorni di sabbia s’abbattono le onde senza … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Idrogeologica

Arrotondare per diletto linee di contraffatte asperità disporle alle dogane portuali degli addetti ai favori io mi diressi al largo _essendo goccia acqua nell’acqua mi divenni mare_ ignota alle cartografie sillabiche apparsa come un’isola ferdinandea fulmineamente emersa e risommersa  

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , | 5 commenti

A dirlo

nella lingua dei soliti risvegli mattutini quando si potrebbe confondere una voce con tutte quelle amate e poi dismesse voci di tutte le finestre aperte squilli di cellulari a dirlo con disegni di senso compiuto colori emersi in superficie _colori … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

La figura retorica del niente

  A confrontare fatti universali con le minuzie del pianeta _gente che va che viene uccide muore_ un io-relitto non ha mai risposte viene dal punto e non conosce il largo spiaggiato tra le poche suppellettili scrive di voli e … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 19 commenti

Le graziose divine elargizioni… La stoltezza degli uomini fa il resto

                                      fiorirono papaveri quando, finiti i gigli, il pianto delle madri irrigò il prato, e i figli falcidiati sui campi di battaglia o sconfitti da malattie incurabili o seppelliti dalle proprie case ebbero campi … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie della confusione, poesie della disperazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

History channel

  Dai giardini alle onde passando per le ante la signora spolvera segatura dagli armadi versi per dire e farsi udire _la logica è un rigore da cassetti_ quando si perde il senso delle squame i guizzi delle pinne caudali … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’innocenza dell’acqua e altri innocenti

Una sfilata di calzini bianchi stesi per camminare senza i piedi si palleggiava da ragazzi bucando il tempo nei talloni e sulla rena porte innalzate tra le chiglie morte oggi si muore a piedi nudi _vengono da lontano_ i figli … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie della disperazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 16 commenti

Simpatia mimetica

                               Scrivo mare e s’apre un no nell’acqua un no depositato in quattro lettere sul movimento ondoso tutti che si proclamano presenti quelli che non prendevano la barca avrebbe un gatto a nove vite il timoniere se solo avesse un … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Idrofania

  Moli e ponti stazioni pensiline strade selciati marciapiedi gatti e tetti distese di papaveri e giunchiglie i profili dei corpi hanno tendenza a sgretolarsi. L’apparenza non porta storie vere e nemmeno la morte è convincente __scriversi nome e data … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Increspature

diceva dell’inverno                     concesso a graffi                                spifferi di mani                                   andirivieni d’onde                                          a definire il mare                                                  le sentiva percorrere nei palmi                                         storie di carne e ossa                                   il faro a perlustrare                donne dal cuore di … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, esperimenti, poesie, riproposte | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il fiume e la metropoli

una strada d’asfalto torrenziale che per tenerla a bada bisogna incatenarsi alle ringhiere _un respiro di troppo ed è burrasca_ dolgono i polsi celati nelle maniche di nebbia e la corrente spiana rilievi e insenature al mappamondo Se mi lasciassi … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

L’agrimensore

dove s’unisce il mare alla battigia il territorio è come un corpo umano _avvallamenti e dune_ la groma e la livella misurano contorni approssimati ma il revisore della geografia vede soltanto una spianata dall’arenile ai margini del mondo sospende per … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Strategie dell’esilio

  Incolonnare l’ansia in repliche tendenti all’insoluto _carte da salvagente senza mare_ a vigilare il sonno e la ragione quando non si ha da dire soltanto semi da rimescolare           nessun profeta in patria     … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie, poesie da non saper che farsene | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

A ciascuno il suo Munch

(Febbraio 2009) I nostri giri intorno a chi ci amò e a chi amammo aumentano spirali ogni volta di più il posto delle coperte avvolge ora la pietra il tocco delle mani ora disegna l’aria e resistiamo al gelo se … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie, poesie della disperazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 8 commenti

Leggendo “Andenken”

“La fiumana sfocia. Ma toglie e dà memoria il mare, E l’amore anche affissa assidui occhi. Ma ciò che resta fondano i poeti” (Friedrich Hölderlin)   Da una riva d’alghe cresciute a grappoli piedi nell’acqua il tonfo, immagini cadute di … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 13 commenti