Archivi tag: notte

Perché dis-trarsi è inutile

si soccombe lo stesso anche se ci si esercita in poltrona da guerrieri in pantofole a vincere battaglie tra fantasmi ci si veglia di notte compagni d’arti ingenue disadattati a viversi di giorno perché incapaci d’arraffare il mondo _ci coprono … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 4 commenti

Sentirsi polpevoli

  Le dita palpano il cedevole _sotto s’avverte la struttura ossea_ seguono linee di demarcazione sulle gambe e le braccia si tengono distanti dalle costole indugiano sul viso quasi fosse una maschera _fortuna si direbbe se non avessi il senso … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il costruttore di meridiane

  conosce il serpeggiare della luce l’ora inesatta della pietra il raggio che sparisce nella sera la morte di ogni notte _il sonno è tregua_ e tutto il mondo è un sogno persistente dal sognatore all’infinito in assenza di sole … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Epilogo

  Veniva dagli addii cifrati da pregresse inquietudini recava un vaso d’ombra colmo di voci e giochi ritrovati _c’era nel buio qualcosa che fioriva_ in un chiarore eccentrico nessuna competenza di se stessa improvvisava la scenografia da replicante fino ai … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie da non saper che farsene, poesie dell'abbandono, poesie della confusione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Scalate all’intangibile

Salivano tenendosi per mano la vetta assai lontana, tra le nuvole e mai s’avvicinava sedettero sui bordi della notte su pietre levigate a raccontarsi vivi si temevano i giorni dell’addiaccio per mille giorni si vegliò la frana le colombe fuggite … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti