Archivi tag: nuvole

Dall’altro lato della porta

  Ancora ci stupiamo per minuscole storie-scorie come bambini in corpi troppo vecchi che nelle macchie vedono profili e draghi sputafuoco nei tramonti ce ne stiamo quasi al di fuori di noi stessi pareidolie scomposte come nuvole gravati alle caviglie … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

L’equivoco del bello e del possibile

  Prendiamoci la folgore e il boato andiamo dove il senno si è perduto dov’è rimasta la follia dei sogni __vascelli in altocielo navigare partendo da balconi__ il tempo degli umani in cifre nuvole battuto dalle piogge siderali lo sfolgorio … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Scalate all’intangibile

Salivano tenendosi per mano la vetta assai lontana, tra le nuvole e mai s’avvicinava sedettero sui bordi della notte su pietre levigate a raccontarsi vivi si temevano i giorni dell’addiaccio per mille giorni si vegliò la frana le colombe fuggite … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

la maison des merveilles

Sequenze logiche per chi trova pensieri e azioni indecifrabili l‘umano che si crede trasgressivo nel coltivare cavoli sul tetto _e similari_ finisce in questo modo ogni o(a)ggettivazione il gesto è il susseguirsi degli istanti si è fissi (morti?) ogni momento … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

E

affiori giornalmente come una luna a mezzogiorno scrivo di ciò perché tacere è peggio che accendere una lampada votiva al di là dei graniti intensa che mi sfuoca il centro e vengo mossa fotografia d’una romanza hai voglia a dire … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti