Archivi tag: respiro

Silicati e affini

  dal fango alla fusione delle stelle angeli prigionieri dell’argilla nell’umido respiro che attraversa lo sfolgorio del quarzo tesi alla linea d’oltrecielo la sete risvegliata nelle crepe spinse la vita a nascere dall’acqua amebe e dinosauri homosistemi e memi replicanti … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Nota barocca

Volevo scrivere qualcosa di felice che non avesse il timbro di giorni opachi il verso arrotondato divino Bach concertatore d’aria mi sbalordisce in fuga sotto il piumino d’oca un po’mi sento ladra d’altri voli nel cavo delle cose inadeguate fuori … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , | 6 commenti

Ci sono due modi

Ci sono due modi di riferirsi a sé: quello cerebrale (con tutte le specifiche di un apprendimento letterario, formativo del proprio bagaglio culturale) e quello che pone in una quiddità sconosciuta, solo intuita, dell’essere oltre le apparenze e oltre le … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Attimo

Conoscere il mentre all’improvviso accorgersi che siamo bitte e tratteniamo scampoli di noi vivere nel momento perdere memoria del trascorso fosse un fulmine o un fiore una gomena è ieri o l’altroieri infisso un bioparco di accenti circonflessi sopracciglia dipinte … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie, riproposte | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Di pietra o d’altro esistere – fa lo stesso –

  Verrà un momento che non si potrà più fingere __bisognerà convincersi__ d’essere portatori d’allucinazione sensoriale cronica infusori di memorie  apparenti. Io parto ogni minuto nel respiro esisto senza accorgermene guardo le mani battere sui tasti estranee a me sono … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Che non può ritornare il mare al fiume

le cose destinate al macero hanno le forme senza alcun fermaglio inclinazioni da passarci sopra per ultima tenuta il vinavil            vedo parole ricadermi intorno             in lettere disposte in altri mo(n)di            estranee già alla nascita            in questa … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , | 14 commenti

All’ombra di Poussin

_et in Arcadia ego _ si fermano i viventi appoggiati ai pensieri d’inverno per conoscerne il nesso comprese le questioni escatologiche (chi cominciò a guardare nel mistero) e la figura nascosta dietro i salici donna dalle dismesse meraviglie _non la … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Ottava dimenticanza

                       l’anta d’una porta girevole e sull’attaccapanni il suo cappotto _non lo vidi arrivare _strati d’aria si mossero quel tanto ad avvisare          non diedi loro retta          preferivo un ritorno di memoria          a una scontata frase fatta nei … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 26 commenti

Mai dire ali *

                        quanto peso, le piume e i catrami e gli scogli affiorati improvvisi non c’era ieri non uno squillo d’acqua e nemmeno tamburi a dire festa parevano le funi trecce di donne consumate mai dire cuore è parola oggi invisa … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, io bloggo, poesie, riproposte | Contrassegnato , , , | 21 commenti